Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

persecuzione cristiani

Prosegue il martirio di Asia Bibi: negata la scarcerazione nonostante la sentenza!

A causa delle rivolte in piazza il Governo ha pavidamente scelto di assecondare i fondamentalisti e mettere in discussione la sentenza di innocenza

Asia Bibi, la sentenza che l’ha assolta: «anche insultare i cristiani è blasfemia»

Asia Bibi libera, la sentenza della Corte Suprema. I giudici pakistani che hanno assolto dopo 8 anni la donna cristiana hanno scritto un passaggio storico nella sentenza, rivoluzionario ed imprevisto: …

“O la conversione all’Islam o la decapitazione”. Ma lui rimane cristiano e fugge dall’IS

Il giovane cristiano Aziz racconta al Sinodo la sua fuga dall'Iraq e l'approdo in Francia. Con lui un "compagno di viaggio" sempre presente: Gesù

La confessione (e il suo segreto) sotto attacco

Proposte e leggi contro il sacramento in India e Australia

Pakistan: il destino di Asia Bibi è a un vicolo cieco

Il Centro Europeo per la Legge e la Giustizia richiama l’attenzione sull’impatto delle leggi sulla blasfemia nel Paese asiatico

Memoria, speranza, perdono: la risposta dei cristiani mediorientali alla persecuzione

Di generazione in generazione, le famiglie irachene insegnano ai loro figli a rispondere alla violenza con il perdono. Una testimonianza.

Nicaragua: il sanguinoso tramonto di un isolato Ortega

Il presidente del Nicaragua mette la chiesa cattolica al centro di un’ampia operazione repressiva

Nigeria: genocidio di cristiani?

Nel paese più popoloso dell’Africa, è in atto una vera e propria pulizia etnica