Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconChiesa
line break icon

La situazione dei cristiani nel mondo del 2020: molte ombre e qualche luce

CHRISTIAN PERSECUTION,NEW YORK,TIMES SQUARE

Jeffrey Bruno | Aleteia

Maria Lozano - pubblicato il 30/12/20

Coronavirus, terrore, guerra e anche una persecuzione sempre più marcata: il 2020 è stato un anno difficile per molti cristiani. Thomas Heine-Geldern, presidente esecutivo della fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS), alla fine dell'anno fa un bilancio dei focolai di persecuzione e di lotta per la libertà religiosa, ma anche dei raggi di speranza e dell'aiuto offerto. È stato intervistato da María Lozano.

Coronavirus, terrore, guerra e anche una persecuzione sempre più marcata: il 2020 è stato un anno difficile per molti cristiani. Thomas Heine-Geldern, presidente esecutivo della fondazione pontificia Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS), alla fine dell’anno fa un bilancio dei focolai di persecuzione e di lotta per la libertà religiosa, ma anche dei raggi di speranza e dell’aiuto offerto. È stato intervistato da María Lozano.

Il 2019 è stato un anno terribile per i cristiani. La situazione è peggiorata nel 2020?

La pandemia di coronavirus e le sue conseguenze hanno indebolito ulteriormente il diritto umano alla libertà religiosa in alcuni luoghi, e molti cristiani quest’anno hanno vissuto un’autentica Via Crucis di povertà, esclusione e discriminazione. A questo vanno aggiunti gli attacchi mortali ai cristiani. L’Africa in particolare è diventata ancora una volta un “continente di martiri” nel 2020. Vorrei ricordare, tra gli altri, il seminarista Michael Nnadi, assassinato in Nigeria, e Philippe Yargas, catechista di Pansi, assassinato in Burkina Faso. Vorrei menzionare anche le vittime della persecuzione religiosa ancora viventi, e soprattutto suor Gloria Narváez, sequestrata in Mali.

Lei parla della pandemia di coronavirus. Che impatto ha sui cristiani sofferenti?

Abbiamo ricevuto molte richieste di aiuto da parte di numerose Chiese locali, delle grida disperate. In alcuni Paesi, la discriminazione sociale dei cristiani si è intensificata durante la pandemia. Penso alla minoranza cristiana in Pakistan o in India. A volte, per loro è stato impossibile ottenere aiuti attraverso canali governativi/ufficiali, e per questo ACS ha avviato un programma di aiuti d’emergenza. Da molte altre regioni, in cui i cristiani appartengono alle fasce più basse della società, ci sono giunte richieste di aiuto per la pastorale e l’azione caritativa. In questi luoghi, la Chiesa è spesso l’unico rifugio quando le istituzioni pubbliche sono manchevoli. Per questo, abbiamo sostenuto il servizio pieno di sacrificio di religiose, sacerdoti e religiosi con aiuti per il loro sostentamento in tutto il mondo, ad esempio in Ucraina, nella Repubblica Democratica del Congo o in Brasile.

Quali regioni del mondo saranno prioritarie per ACS nel 2021?

Ci preoccupa molto al situazione nei Paesi del Sahel africano e in Mozambico, dove l’estremismo religioso e la presenza di violenti islamisti radicali sta aumentando, distruggendo la coestistenza anteriormente pacifica tra cristiani e musulmani per ottenere risorse e potere. Centinaia di migliaia di persone sono state espulse dai loro luoghi d’origine o sono fuggite. Ci sono organizzazioni che ritirano il proprio personale per motivi di sicurezza, mentre la Chiesa rimane e si preoccupa per la gente. Continueremo a tenere presente anche la Nigeria, perché in questo Paese, così importante per tutto il continente, il terrore e la morte si abbattono come un’ombra oscura su tutta la popolazione. Non dobbiamo lasciarla sola.

Negli ultimi anni, ACS ha dedicato molte risorse ed energie alla sopravvivenza dei cristiani in Medio Oriente. Dall’inizio della guerra in Siria e delle conquiste dell’ISIS, ACS ha sostenuto progetti di aiuto in Siria e Iraq per più di 90 milioni di euro, oltre ad altri progetti per i rifugiati nei Paesi vicini. Qual è la situazione lì?

Molti cristiani in Medio Oriente si sentono ancora insicuri e pensano di emigrare, perché la situazione economica e politica non ispira loro fiducia. Non è stato eliminato neanche il pericolo dello jihadismo. Il Libano, che è sempre stato un rifugio e un sostegno per i cristiani del Medio Oriente, attraversa una profonda crisi. La situazione è molto difficile, ma ci sono anche segnali di speranza: nella Piana di Ninive, in Iraq, la metà delle famiglie cristiane è tornata nei propri villaggi, e anche in Siria è in marcia la ricostruzione. L’annunciata visita del Papa in Iraq all’inizio di marzo è un grande raggio di speranza. Siamo immensamente grati al Papa per il suo proposito di visitare i cristiani in Iraq, perché ne hanno bisogno.

  • 1
  • 2
Tags:
aiuto alla chiesa che soffrepersecuzione cristiani

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni