Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

vangelo

Quando in gioco c’è la salvezza di una persona non bisogna avere paura di provare qualunque strada!

Non sempre la via ordinaria è quella percorribile, delle volte bisogna trovare alternative off limits. Come nel Vangelo di oggi

“Se vuoi, puoi guarirmi!”, hai mai supplicato così Gesù?

Cristo compie miracoli solo perché gli stanno a cuore le persone che ha di fronte. Non vuole sfruttare la loro sofferenza per se stesso, per la Sua missione, per una sorta di marketing evangelico.

Pensi che la preghiera sia inutile? Sbagli! Ha il potere di “alzare chi è steso”

Ha cioè il potere di ridonare un protagonismo a chi si trova solo a subire la vita e ciò che gli sta accadendo. Perché, in fondo, la preghiera non è risolvere un problema ma non far più comandare …

L’impatto con la Verità smaschera il male nascosto dentro di noi!

Quando la Parola di Gesù entra dentro la nostra vita non si possono più fare compromessi. Tutti dobbiamo lasciarci esorcizzare dalla nostra mondanità.

È Gesù che per primo si accorge di noi, che fissa il suo sguardo sulla nostra vita!

Si accorge di noi prima ancora che noi possiamo lontanamente pensare a Lui, ascoltarlo o prenderlo sul serio.

Dio attende che la nostra umiliazione diventi preghiera umile

Come per il lebbroso, talvolta solo la sofferenza è in grado di ridimensionare il nostro egoismo e ridesta in noi la fiducia di chi si abbandona al Padre.

Gli otri che insistono ad essere vecchi

“Non è che l'ostinazione della vostra mente capricciosa è il vero motivo per cui siete in una situazione di stallo nella vita spirituale?”

“Ed erano meravigliati delle parole di grazia che uscivano dalla sua bocca”

Gesù non merita stima o ammirazione, ma un cambiamento radicale del nostro sguardo: il figlio di Giuseppe è davvero il Figlio di Dio.

La preghiera? è tornare a Cristo nel cuore delle nostre tempeste!

Gesù sente continuamente il bisogno di pregare. La preghiera lo riporta al motivo per cui è venuto al mondo. Ma in fondo non dovrebbe essere così anche per noi?

Vuoi trovare il senso della tua vita? stai con Gesù!

Quando viene a mancare un significato profondo alla vita, viviamo come smarriti, spaesati, frastornati, senza mete precise e Cristo ha compassione di noi.