Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il volto di Gesù nel quadro della Divina Misericordia è sovrapponibile all’uomo della Sindone

DIVINE MERCY
Divine Mercy By Eugeniusz Kazimirowski (1873-1939) - Shroud of Turin by Giuseppe Enrie, 1931 | Wikipedia
Condividi

Ecco la testimonianza del vescovo di Vilnius, dove è custodito il dipinto fatto commissionare da Santa Faustina Kowalska

Il Gesù del famoso quadro della Divina Misericordia e l’uomo della Sindone sono sovrapponibili.

In “Suor Faustina e il volto di Gesù Misericordioso” (edizioni Ares), David Murgia ripercorre la storia dell’unico vero dipinto fatto realizzare a Vilnius, capitale della Lituania, dalla Santa polacca, apostola della Divina Misericordia. E in questo viaggio, grazie alla testimonianza di un alto prelato, viene fuori una notizia a dir poco sorprendente.

«Quando ci si addentra nel mistero del Volto santo di Vilnius – spiega Murgia – le sorprese sembrerebbero non finire mai. E l’ultimo colpo di scena ce lo fornisce una fonte autorevole: l’arcivescovo di Vilnius in persona, monsignor Gintaras Linas Grušas».

HistoryIsResearch | CC

Ridotto del 30 per cento

Monsignor Grusas ha rivelato al giornalista-scrittore, osservando una copia del quadro (l’originale è stato realizzato da Eugenio Kazimirowski) che «questo Volto, con una riduzione di circa il trenta per cento, è perfettamente sovrapponibile al Volto della Sindone. Abbiamo fatto alcuni esperimenti che confermano questo fatto».

Leggi anche: Il mistero del vero quadro della Divina Misericordia

La Sindone

Wikipedia

La Sacra Sindone o Santa Sindone, come sappiamo, è un lenzuolo di lino conservato nel Duomo di Torino, sul quale è impressa l’immagine di un uomo che porta segni di maltrattamenti e torture compatibili con quelli descritti nella Passione di Cristo. La tradizione cristiana identifica effettivamente l’uomo con Gesù e il lenzuolo con quello usato per avvolgerne il corpo nel sepolcro prima della risurrezione.

Per la Chiesa cattolica la Sindone è una delle più importanti reliquie esistenti al mondo.

Leggi anche: No il sangue sulla Sindone è vero! Nuovo studio lo conferma: «E’ quello di chi è stato torturato»

Nessun legame

Scrive Murgia: «Cerco di ragionare su ciò che mi dice l’arcivescovo di Vilnius. Non può essere. Kazimirowski finisce di realizzare il Dipinto nel 1934 e la Sindone non era certamente ancora molto conosciuta in quegli anni a queste latitudini e da un artista dichiaratamente ateo. Kazimirowski, con tutta probabilità, non sapeva neanche della sua esistenza o che cosa essa fosse di preciso».

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.