Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Anche a voi serve una valigia per i libri? Ecco come la riempie Costanza Miriano

WOMAN WITH SUITCASE
Condividi

Direttamente dal comodino di Costanza, 12 titoli e qualche squisito assaggio: buona lettura, buone vacanze

5 Come cera in mano a Dio Docili allo Spirito con San Francesco di Sales di Paolo Mojoli (Velar)

è un corso di esercizi spirituali sul discernimento secondo la spiritualità salesiana, anche secondo l’attualizzazione di san Giovanni Bosco. Anche questo non un libro da spiaggia, ma da leggere con calma: ci sono anche i compiti, capitolo per capitolo. Da tenere pronto per quando i figli si decideranno a riaprire quegli strani oggetti chiamati libri per metterci accanto a loro a studiare anche noi qualcosa.

6 La cura è relazione. Storie di assistenza domiciliare di Fabio Cavallari (Lindau)

è uno di quei libri che forse non avrei neanche aperto (era tipo il numero sei che mi arrivava in una settimana) se non ne avessi conosciuto l’autore, incontrato a una premiazione insieme a Paola Bonzi. Mi aveva colpito la sua passione per la fragilità, così mi sono messa a sfogliarlo, e invece che cestinarlo temo che dovrò leggerlo tutto perché è pieno di storie intimissime, le mie preferite: parla di come una sofferenza genera relazioni, amore. O meglio, di come l’amore curi la sofferenza. Ti fa entrare nelle case, nelle storie più intime, nei dolori più segreti, ma lo fa con delicatezza e pudore.

Leggi anche: La disabilità testimonia una grande bellezza

7 Il cattolicesimo spiegato a mio nipote che fa il liceo di Rino Cammilleri (Cantagalli)

mi ha convinta alla lettura perché sfogliandolo mi sono imbattuta in questo passo:

Senti zio, forse ti deluderò, ma io di tutte queste nostre conversazioni sulla religione ho capito una cosa. Senza che lo abbiamo chiesto siamo stati espulsi dall’utero materno e scaraventati in questo porco mondo, che è, come dici, valle di lacrime. Se cerchiamo di alleviare il nostro soggiorno, quel che abbiamo a disposizione per consolarci o è peccato o fa male alla salute. L’unica cosa che ci rimane, per non finire peggio, è gridare tutto il giorno “Signore salvaci”… è questa la prospettiva che il tuo cattolicesimo mi propone?

Sono proprio curiosa di vedere come se la cava.

8 Il libro di Silvana De Mari, Arduin il rinnegato, (Ares)

non è il mio genere, lo ammetto. Non amo il fantasy, o più esattamente non lo conosco. Non ho letto neanche Il Signore degli anelli (è una delle lacune che spero di colmare, casomai sarà di quelli che mi fodererà la bara; so che mi giocherò qualche amicizia per questa confessione), ma stimo moltissimo Silvana, per cui ho deciso che lo leggerò con le mie ragazze sotto l’ombrellone. Cioè, lo so, finirò per leggerlo da sola, a voce alta, come una scema, ma a volte funziona, le ragazze qualche parola la sentono e poi tornano indietro incuriosite chiedendo come vada a finire. Sarà il mio modo di stare in trincea vicino a Silvana, che combatte in prima linea beccandosi le botte anche per noi.

Sempre sul mio tavolo da quando l’ho ricevuto in regalo è invece il:

Dizionario elementare del pensiero pericoloso, (IdA, Istituto di Apologetica), a cura di Gianpaolo Barra, Mario A. Iannaccone, Marco Respinti.

Ogni tanto, quando mi sento particolarmente isolata (succede se apro i giornaloni online), mi leggo come fanno a pezzi Umberto Veronesi, Greenpeace, Osho, Odifreddi, l’Onu, Augias, Alberigo… Oltre duecento voci – persone o organizzazioni – che peraltro sono altrove spesso idolatrate. Un libro che somiglia a una scatola di cioccolatini. Sollievo. Piacere puro. E non fa ingrassare: perfetto per la prova bikini.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni