Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 27 Settembre |
San Vincenzo de Paoli
home iconStile di vita
line break icon

La scoperta dei neuroni “spegni fame”

Shutterstock

Silvia Lucchetti - Aleteia Italia - pubblicato il 11/10/17

La World Obesity Federation

Proprio oggi il sito de Il Corriere della Sera riporta che l’obesità sta assumendo le caratteristiche di una vera e propria epidemia e, se questa non è una novità, lo sono i dati che ha fornito la World Obesity Federation, la Federazione mondiale sull’obesità. Secondo la WOF le principali malattie causate dall’obesità: cancro, diabete, infarti, malattie dello scheletro e patologie cardiache in genere, arriveranno – a partire dal 2025a far pagare alle società la cifra stratosferica annuale di 12 milioni di miliardi di dollari.

Risulta quindi fondamentale per contrastare la diffusione dell’obesità che la ricerca scientifica individui terapie naturali o molecole di sintesi in grado, sostanzialmente senza effetti collaterali, di regolare il senso della fame che, insieme alla sedentarietà e all’attuale consumo di cibi ad alto contenuto calorico, risultano insieme alla familiarità i fattori determinanti l’accumulo di grasso.

In passato infatti sono stati introdotti numerosi farmaci anoressanti, per la gran parte con caratteristiche di tipo anfetaminico, che hanno però dimostrato di produrre gravi effetti collaterali per cui sono stati di volta in volta ritirati dal commercio.




Leggi anche:
Come combattere la fame nervosa?

Quest’estate ci eravamo interessati al fenomeno della “fame nervosa o emozionale”, la tendenza che hanno alcuni individui, soprattutto le donne, a mangiare senza una reale necessità di nutrimento.
Chissà se anche in questi casi la scoperta dei neuroni “spegni fame” potrà essere d’aiuto per le persone che usano il cibo a scopo compensatorio?

  • 1
  • 2
Tags:
alimentazionecervelloobesitàsalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SHEPHERDS
José Miguel Carrera
Il dolore dei genitori per i figli che non vogliono più sapere ni...
2
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
3
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa contro la Chiesa “parallela” in cui si bestemmia l’azione...
4
SLEEPING
Cecilia Pigg
7 modi in cui i santi possono aiutarvi a dormire meglio di notte
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Couple, Sleep, Snoring, Night
Cecilia Pigg
Trucchetti dei santi per dormire bene
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni