Aleteia
domenica 25 Ottobre |
Sant'Antonio Maria Claret
Spiritualità

La formula sacra (non magica!) per benedire la nostra casa all'Epifania

BLESSING

vetre|Shutterstock

Stile di vita di una folle donna cattolica - pubblicato il 02/01/20

Una formula scritta con un gesso benedetto sulla porta d'ingresso: una benedizione "fai da te" per proteggere la nostra casa. Una tradizione nordica medievale da adottare anche nelle nostre famiglie proprio il 6 gennaio.

Un paio di anni fa ho scoperto una particolare usanza per il giorno dell’Epifania, all’inizio mi ha fatto parecchio storcere il naso,ci sono voluti due anni per iniziare a metabolizzarla.

Quando vieni da una tradizione (pagana) che utilizza una specifica simbologia, cose scritte in un certo modo e formule varie, diventa difficile pensare che una benedizione della casa con un gesso possa essere qualcosa di non “magico”.

Inoltre c’è da dire che si tende anche un po a voler scappare da quelle forme rituali che richiamano un passato che si vuole dimenticare, o almeno anche solo accantonare. Nel giorno dell’Epifania, ho scoperto l’esistenza di questo rito di benedizione della casa con un gesso (benedetto) scrivendo una specifica formula (sacra, non magica) con un preciso significato sulla porta dell’abitazione.

Questa è una tradizione nordica nata nel medioevo: i Cantori della Stella (Sternsinger in Sud Tirolo) lasciano questa benedizione, in cambio ricevono offerte a scopo benefico, dolci o qualcosa di caldo da bere.; tradizione diffusa in Alto Adige e in molte zone d’Europa, molto meno invece in Italia.

Nella Chiesa Orientale la celebrazione è divisa in ben tre Epifanie…si, perché una non bastava!

Scherzi a parte, le Epifanie (o rivelazioni di Cristo) sono:

– l’arrivo dei Re Magi con i loro doni

– il battesimo di Gesù nel fiume Giordano

– il primo miracolo di Cristo alle nozze di Cana

Epifanie, ovvero manifestazioni visibili della natura divina di Gesù.


NATIVITY SCENE

Leggi anche:
E’ vero quello che i Vangeli raccontano sui Re Magi?

La Chiesa Occidentale ha ereditato alcune celebrazioni legate all’Epifania come la benedizione del sale, dell’acqua, delle abitazioni e del gesso. La benedizione delle case è una cosa che ricordo molto bene da piccola, ora invece è una cosa molto in disuso, almeno qui, a meno che non venga richiesta, non passano più. La benedizione della casa attraverso la scritta con il gesso invece è una cosa che si può fare anche in autonomia, bisogna però far benedire il gessetto.

Viene considerata una “formula Santa“, per cui non pensate sia come le formule “magiche”, c’è una grossa differenza.

Cosa bisogna fare?

Semplice, sulla porta di casa bisogna scrivere l’anno corrente (per cui 2020) e le iniziali C, M, B.

Le lettere hanno 2 significati interscambiabili, ovvero:

– Christus Mansionem Benedictat (Cristo benedica questa casa)

– C per Gaspare (in latino Caspar); M per Melchiorre; B per Baldassarre. Ovvero i 3 Re Magi.

Il simbolo “+” rappresenta la croce.

Sulla porta ci sarà la scritta 20*C+M+B*20

Nel frattempo recitare la seguente preghiera:

I tre Re Magi, Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, hanno seguito la stella del Figlio di Dio che si è fatto uomo duemiladiciannove anni fa. Il Signore benedica questa casa e ci accompagni in questo nuovo anno. Amen.

Proseguire con:

Ti chiediamo, Signore, di benedire questa casa e quanti vi vivono. In questa casa regnino sempre amore, pace e perdono. Concedi alle persone che la abitano sufficienti beni materiali e abbondanza di virtù; siano accoglienti e sensibili alle necessità altrui; nella gioia ti lodino, Signore, e nella tristezza ti cerchino; nel lavoro trovino la gioia del tuo aiuto, e nella necessità sentano vicina la tua consolazione; quando escono, godano della tua compagnia, e quando tornano sperimentino la gioia di averti come ospite; questa casa sia davvero una chiesa domestica in cui la Parola di Dio sia luce e cibo, e la pace di Cristo regni nei cuori di chi la abita fino ad arrivare un giorno alla tua casa celeste. Per Cristo, nostro Signore. Amen




Leggi anche:
I re magi che dormono. La storia delle misteriose sculture di Autun e Como

Scrivere sulla porta con il gesso è un modo per celebrare e lasciare letteralmente un segno in occasione dell’Epifania oltre alla benedizione di Dio nella nostra vita e nella nostra casa.

Con il tempo, è normale che il gesso si cancellerà, ma non andrà sistemato o riscritto, anzi…man mano che accadrà, bisogna lasciare che il significato delle parole latine scenda nel profondo del cuore e si manifesti nelle nostre parole e nelle nostre azioni: Christus mansionem benedictat, Cristo benedica questa casa.

Non so ancora se quest’anno lo farò, c’è ancora un richiamo troppo forte a cose passate per cui non so se è il momento adatto, resta una cosa molto bella e che potrebbe tranquillamente rientrare nella tradizione della nostra famiglia.

Fermo restando che del gesso sulla porta farebbe drizzare le mie antenne da maniaca della pulizia, ma posso chiudere un occhio per questa occasione!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO NEL BLOG STILE DI VITA DI UNA FOLLE DONNA CATTOLICA

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
epifaniafamiglianatale
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
fedez don alberto ravagnani
Gelsomino Del Guercio
Fedez e don Alberto Ravagnani: confronto su s...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni