Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 16 Gennaio |
San José Vaz
home iconFor Her
line break icon

Massimiliano Ossini: mia moglie incinta scoprì di avere un tumore, ci consigliarono l'aborto ma noi scegliemmo la vita

MASSIMILIANO OSSINI

Instagram I Massimiliano Ossini

Silvia Lucchetti - pubblicato il 30/10/18

Oggi mamma e figlio stanno bene, perché alle tempeste della vita si resiste con la fede

Massimiliano Ossini personaggio noto della televisione conduce Mezzogiorno in Famiglia su Rai2.  Classe 1979, bello, affascinante, faccia da bravo ragazzo, uno stile di conduzione sempre garbato e accogliente, è marito dal 2003 dell’imprenditrice Laura Gabrielli e padre di tre figli. Sui social condivide talvolta immagini che lo ritraggono con la famiglia con dediche semplici e piene d’amore velato, mai esageratamente sbandierato, soprattutto per la moglie. E sappiamo che per i figli non c’è regalo più grande che un padre che ami la loro madre. In un articolo su Famiglia Cristianaaveva raccontato il suo rapporto con Dio e la fede che l’accompagna fin da ragazzino quando frequentava l’oratorio e gli scout.

ero scout (…) Una esperienza che, insieme al catechismo, è stata cruciale nella mia formazione: siamo come piante che vanno innaffiate bene fin da piccole per poter poi resistere alle tempeste della vita. (Famiglia Cristiana)

In un’intervista a Di più ha rivelato un episodio personale e sofferto, una tempesta appunto, che però non lo sradicato dalla fede e dai valori in cui ha sempre creduto.


massimo dapporto

Leggi anche:
Massimo Dapporto: quel giorno che la Vergine Maria si è materializzata nella mia mente

L’arrivo di Carlotta, un anno dopo Melissa e poi…

Poco dopo le nozze sono arrivate per la gioia dei coniugi Ossini le prime due figlie Carlotta che oggi ha 13 anni e Melissa 12. I problemi cominciano quando la moglie Laura si accorge di dimagrire troppo e preoccupata si rivolge al medico…

Sono incinta ed ho un tumore alla tiroide

Un giorno si è recata dal medico perché si era accorta che stava dimagrendo troppo. Dopo la visita mi chiamò e mi disse: ‘Ho due notizie: una buona e una cattiva. La buona è che sono incinta, la cattiva è che ho un tumore alla tiroide, che però intacca anche tutti i linfonodi del collo, ben 34. (Huffpost)

I medici: “deve interrompere la gravidanza”

Un momento difficile e doloroso: da un lato la felicità per una nuova vita in arrivo e dall’altro la paura del cancro, malattia mortale per antonomasia. I dottori consigliarono l’aborto:

Mi si è aperta di fronte una voragine, non sapevo più che fare. I medici, fra l’altro, dissero a mia moglie: “Deve interrompere la gravidanza, altrimenti non potrà curarsi, sarebbe troppo rischioso sia per lei sia per il bambino” (Ibidem)


GIULIA MICHELINI

Leggi anche:
Giulia Michelini: «Mio figlio mi ha salvato la vita»

Rifiuto la proposta e vado avanti

Chissà quanto deve essere doloroso per una donna che ha appena scoperto di essere incinta, non solo ricevere una diagnosi così infausta ma anche dover ascoltare i dottori che suggeriscono l’aborto. Mamma Laura però non si arrende, la sua salute è importante ma la vita di suo figlio è preziosissima! Decide in accordo con il marito di portare avanti la gravidanza e nel frattempo chiede un altro parere medico:

Al quarto mese, quando i medici si sono resi conto che il feto non avrebbe avuto problemi, con un delicato intervento chirurgico le hanno tolto la tiroide e tutti i linfonodi del collo. Poi quando Giovanni è nato, senza complicazioni, si è sottoposta a cicli di radioterapia (Huffpost).

Oggi Laura sta bene e anche Giovanni che in ebraico significa: “Dio ha avuto misericordia”, e nella loro storia è stato proprio così. Un no coraggioso all’aborto che, con l’aiuto del Signore, ha immensamente arricchito la famiglia Ossini, perché non c’è nulla di più grande della vita e di una nuova vita!


NATHALIE GUETTA

Leggi anche:
Nathalie Guetta: sono un’attrice ma volevo solo essere una mamma e una moglie

Tags:
famigliatestimonianze di vita e di fedetumore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Semplici scatti
Puoi chiamarle coincidenze ma sono carezze di...
Gelsomino Del Guercio
Etiopia, strage di cristiani nel Tigrai: dife...
SALVE REGINA
José Miguel Carrera
Un Salve Regina come non lo avete mai visto
Silvia Lucchetti
Silvia e Andrea: il nostro matrimonio stava c...
Alessandro Gisotti
Papa: prima di giudicare, guardiamoci allo sp...
FRA BENIGNO ESORCISTA
Chiara Ippolito
Il più commovente caso di liberazione: quando...
COVID
Gelsomino Del Guercio
Il prete: benedivo senza olio i malati gravi,...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni