Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Le 10 regole che un padre ha scritto dopo la morte di suo figlio

Richard Pringle and son Hughie
Condividi

I suggerimenti di un padre per amare sempre i propri figli e metterli al primo posto!

La sofferenza di un padre per la morte del figlio mi fa sempre venire in mente la poesia di Carducci “Pianto antico”. Così, quando ho letto in giro per il web (curiosandosimpara.com) la storia di Richard Pringle e suo figlio Hughie, morto a tre anni a causa di una emorragia cerebrale causata da una patologia con cui era nato, mi sono risuonati i versi: “Tu fior della mia pianta percossa e inaridita”.

Questo papà, un anno dopo la morte del suo bambino, racconta su Facebook di non aver solo sofferto moltissimo, un dolore che rimarrà sempre nel suo cuore, ma di aver imparato tanto dalla sua esperienza. Così ha deciso di condividere le sue riflessioni con tutti i genitori affinché possano godere pienamente del tempo prezioso che trascorrono con i figli, comprendere che essere genitori non è una cosa scontata ma una grazia da custodire.

Ecco la lista di regole e suggerimenti che Richard ha scritto per aiutare tutte le mamme e i papà a ricordarsi della bellezza della loro vocazione.

Parola d’ordine: amare sempre i propri figli e metterli al primo posto!

1 Apprezza ogni istante con i tuoi figli. Non importa dove sei o cosa fai facendo, se è giorno oppure notte, se sei al lavoro, in auto o a casa, non importa il luogo, apprezza ogni momento con i tuoi figli e goditelo al massimo.

2 Non dimenticare di salutare ogni giorno e ogni notte i tuoi figli con un bacio, perché non puoi mai sapere quando sarà l’ultima volta che li porterai a letto o quando sarà l’ultimo bacio.

3 I ricordi sono per sempre, non importa dove sei o cosa stai facendo con i tuoi figli, scatta fotografie e registra più video che puoi, a volte possono essere l’unica cosa che ti rimane in futuro.

4 Il tempo non si ferma, non trascorrerlo lavorando; dedica gran parte di esso ai tuoi figli, gioca con loro, portali al parco, in campeggio, a fare un giro in bici, insegnagli tutto ciò che puoi. Non aspettare fino alla fine, quando ormai è troppo tardi.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni