Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 19 Settembre |
Notre Dame de la Salette
home iconPerle dal Web
line break icon

Dopo 70 anni insieme muoiono a 4 ore di distanza

Posh and Becks

Fair Use

Silvia Lucchetti - Aleteia Italia - pubblicato il 24/08/17


Debbie ha avuto tre figli: Andrew, di 34 anni, e due gemelli, Daniel e Jamie, nati con gravi handicap e morti il primo a 18 anni e il secondo soltanto due anni fa prima di compiere 30 anni. I nonni ne erano innamorati ed Audrey aveva lasciato anche il lavoro per aiutare la figlia ad accudirli.
«Papà e mamma amavano enormemente i miei figli ed erano rimasti devastati per la morte dei gemelli. Mia madre aveva anche rinunciato al suo lavoro per aiutarmi a prendermi cura di loro. La morte di Daniel segnò in maniera profonda mio padre: credo che quello sia stato l’inizio della sua discesa verso la malattia. Andrew, invece, è sposato con Karla e ha una figlia di 18 mesi, Beatrix. I miei genitori, quando hanno visto la piccola, non erano più molto lucidi e non capivano molto: ricordo solo che mio padre continuava a baciarla sulla fronte dicendo che era bella».

Continua a raccontare Debbie:

«Il giorno in cui mia madre è stata ricoverata in ospedale ho fatto appena in tempo ad arrivare e vederla ancora viva: dopo cinque minuti è morta. È come se avesse voluto aspettarmi prima di andar via. Quando sono tornata alla casa di cura dove si trovava mio padre, mio marito Richard era con lui: non gli abbiamo detto nulla della mamma, ma era come se lui sapesse già tutto, come se avesse “sentito” che lei non c’era più. E, visto che lei si lamentava sempre dei suoi ritardi, è come se avesse deciso che non doveva farla aspettare: quattro ore dopo di lei è morto anche lui. Mi mancheranno infinitamente, eppure mi sento anche confortata dal fatto che sono andati via insieme: nessuno di loro due è rimasto solo. Nessuno di loro ha vissuto un giorno senza l’altro».




Leggi anche:
5 elementi per un matrimonio felice

Che storia! E che grazia!

  • 1
  • 2
Tags:
amoremortesposi

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni