Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 07 Agosto |
San Gaetano Thiene
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Rarissimo: ordinazioni sospese a Tolone, per ingiunzione della Santa Sede 

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
Toulon.jpg

Sam and Brian I Shutterstock

Cathédrale de Toulon.

Valdemar De Vaux - pubblicato il 03/06/22

Il 2 giugno la diocesi di Fréjus-Toulon ha pubblicato un comunicato firmato dal vescovo, mons. Rey, col quale si rendeva nota la sospensione delle ordinazioni che avrebbero dovuto aver luogo alla fine del mese. Una decisione venuta da Roma. Spieghiamola.

Il fatto è troppo raro per essere pienamente comprensibile, al momento. Con un comunicato reso noto il 2 giugno, mons. Rey, vescovo della diocesi di Fréjus-Toulon, ha annunciato che la Santa Sede ha richiesto che le ordinazioni previste per il prossimo 26 giugno siano sospese. 

Senza una vera e propria spiegazione, il testo indica che è stato richiesto di «soprassedere sulle ordinazioni diaconali e sacerdotali». Quattro futuri diaconi e sei futuri preti dovranno dunque pazientare, senza che il comunicato dia informazioni su un eventuale rinvio, pur evocando «la prova» per questi sei giovani che da sei o sette anni si preparano a donare la vita in un seminario (quello della Castille, fra Toulon e Hyères) nel quale studiano all’incirca settanta seminaristi. 

Questa è una delle dimensioni del problema: terzo seminario di Francia in termini di effettivo, la Castille accoglie numerosi giovani da comunità nuove, oppure stranieri venuti da lontano, anche dall’America latina. Un’apertura che è il marchio di fabbrica dell’episcopato di mons. Dominique Rey, presente nel Var da 22 anni e grande promotore della nuova evangelizzazione. Un’apertura che ha dato luogo anche a interrogativi in diversi dicasteri romani. 

Roma infatti si interroga sul valore del discernimento e della formazione in un seminario in cui convivono seminaristi tanto disparati per formazione. Per rispondere alle sue domande, la Santa Sede ha dunque incaricato mons. Aveline, arcivescovo di Marsiglia (nominato cardinale la settimana scorsa), di condurre una «visita fraterna», come la qualifica il comunicato. L’argomento è stato toccato anche da mons. Rey col cardinal Ouellet, prefetto della Congregazione per i Vescovi. 

Senza che alcuna misura disciplinare sia stata presa (ma neppure una richiesta di ristrutturazione del seminario per permettere un discernimento sereno), Roma ha richiesto di sospendere le ordinazioni «in attesa degli effetti di questi cambiamenti». Una decisione accolta «nel dolore e nella fiducia», ma che sicuramente susciterà dubbi, forse ingiusti, sulla tanto dinamica pastorale di Toulon. 

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio] 

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
diritto canonicofrancianuova evangelizzazioneordinazione sacerdotalesanta sede
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni