Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Eutanasia, Bassetti: sì all’obiezione di coscienza per i medici cattolici

CARDINAL GUALTIERO BASSETTI

Antoine Mekary | ALETEIA | i.Media

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 09/10/21

Il presidente dei vescovi chiede il diritto all’obiezione di coscienza se passasse il referendum pro eutanasia. “Pandemia”, “chinarsi”, “comunione”, sono i tre punti di cui ha discusso al Congresso nazionale dei medici cattolici

Pandemia”, “chinarsi”, “comunione”: sono stati questi i tre punti principali della riflessione del Cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei) ed Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, il quale l’8 ottobre, è intervenuto al XVII Congresso Nazionale dell’Amci (Associazione nazionale dei medici cattolici). 

L’evento è in corso a Roma fino a domenica prossima, 10 ottobre, ed ha per tema “La vita: emergenza culturale, etica, educativa e sociale”. In primo luogo, il porporato si è soffermato sulla pandemia da coronavirus, sottolineando come essa «ci inviti a riflettere sulla morte e su tutte quelle domande che investono il morire» (Vatican News, 8 ottobre).

INDIA

“Inquieto dibattito sull’eutanasia”

Oggi, dice il cardinale Bassetti, c’è un «inquieto» dibattuto pubblico sull’eutanasia. «Come ho avuto recentemente modo di osservare con i confratelli Vescovi del Consiglio Permanente della CEI “suscita una grave inquietudine la prospettiva di un referendum per depenalizzare l’omicidio del consenziente”. E soprattutto oggi, davanti ai medici, “è necessario ribadire che non vi è espressione di compassione nell’aiutare a morire. Ma il prevalere di una concezione antropologica e nichilista in cui non trovano più spazio né la speranza né le relazioni interpersonali”». 

C’è una contraddizione stridente, «tra la mobilitazione solidale, che ha visto un Paese intero attivarsi contro un virus portatore di morte, e un’iniziativa che, a prescindere dalle intenzioni dei singoli firmatari della richiesta referendaria, propone una soluzione che rappresenta una sconfitta dell’umano. Chi soffre va accompagnato e aiutato a ritrovare ragioni di vita. Occorre chiedere l’applicazione della legge sulle cure palliative e la terapia del dolore».

La cultura della vita è gioiosa

Bassetti dice di opporre la “cultura dello scarto”, che giustifica anche l’eutanasia, ad «una cultura della vita. Che è prima di tutta una cultura dell’amore, della gioia e del prendersi cura degli altri». C’è infatti «una domanda semplice che ciascun paziente porta con sé: “Aiutami, con la tua presenza di medico, a vivere bene”. E l’altra domanda: “Non lasciarmi solo”». 

HANDS

Diritto all’obiezione e alla libertà di coscienza

Il presidente dei vescovi italiani, rispetto all’eutanasia, chiede il diritto all’obiezione di coscienza:

«L’obiezione di coscienza ed il diritto alla libertà di coscienza da parte dei medici e dei professionisti sanitari è un diritto fondamentale che necessita di una testimonianza coerente tra i valori affermati e quelli vissuti in concreto nella professione» .

“Qualcuno che si “china” su di noi”

Il cardinale Bassetti ammette che è «difficile vivere da cristiano la professione di medico. E quanto è stato difficile e rischioso fare il medico durante la pandemia. Il burn-out, lo stress pandemico e post-pandemico, le “fratture professionali” derivanti dai continui aggiustamenti delle indicazioni procedurali e normative circa l’evolversi della pandemia, le incomprensioni e le tensioni che nascono dall’essere in ritardo sui tempi di marcia previsti». 

«Penso, per esempio, all’affannata rincorsa agli screening rimasti in sospeso, all’allungarsi delle liste di attesa, alle operazioni chirurgiche rimandate sine die, ai pazienti allontanati fuori dalla porta perché scattano le procedure di prevenzione e isolamento. Tutto ciò ha bisogno di qualcuno che “si china” su ciascuno di noi a rinvigorire la nostra fede. Una fede – conclude il presidente dei vescovi italiani – non nell’eccellenza del progresso fine a sé stesso. Né una fede esclusivamente basata su fredde regole procedurali, ma al tempo stesso personali e comunitarie».

“Nessun medico è mai del tutto solo”

Infine, ha chiosato il cardinale Bassetti, «come medici non vivete da soli, isolati in un ambiente asettico. Ma siete chiamati a vivere la fede in comunione con la Chiesa che prega per i suoi malati, e che ringrazia anche il Padre celeste per chi di loro si prende cura. Per questo motivo, voglio ribadire un concetto che è anche un grande incoraggiamento: nessun medico è mai del tutto solo!», 

«Vangelo e medicina, lo sottolineo con vigore, vanno di pari passo. E oggi è veramente doveroso, non è una frase di circostanza».

Tags:
cardinale gualtiero bassetti
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni