Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 20 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconChiesa
line break icon

Come fare per ottenere un’assoluzione comunitaria durante queste feste?

KSIĄDZ W KONFESJONALE

Shutterstock

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 29/12/20

I vescovi di Piemonte e Valle d’Aosta e Triveneto adottano la “terza forma” del Rito della Penitenza

A causa del covid, c’è la possibilità di ottenere assoluzioni comunitarie per i fedeli fino al 6 gennaio. Lo hanno deciso i vescovi di Piemonte e Valle d’Aosta, e i vescovi del Triveneto. 

Visto il protrarsi dell’emergenza sanitaria e considerate le festività, i vescovi ricordano alle comunità la possibilità di valorizzare la “terza forma” del Rito della Penitenza (nn. 31-35.60-63). Questa prevede assoluzione comunitaria e generale, sia per gli adulti che per i bambini e i ragazzi.

NABOŻEŃSTWO POKUTNE
fot. biuro prasowe Archidiecezji Łódzkiej

Impossibilità per molti di accedere alla Riconciliazione

In un comunicato delle due Conferenze episcopali, i presuli spiegano che «a causa del protrarsi della pandemia, hanno preso in considerazione l’effettiva impossibilità per molti fedeli di accedere al sacramento della Riconciliazione nella tradizionale forma della confessione ‘individuale”».

I vescovi segnalano una serie di oggettive difficoltà e «anche per evitare altri contagi e non mettere a ulteriore rischio la salute dei fedeli e dei ministri del Sacramento».




Leggi anche:
Quando si può fare la confessione comunitaria?

Pandemia è “grave caso di necessità”

Il comunicato dei presuli evidenzia che prima di stabilire l’assoluzione comunitaria, è stata «consultata la Penitenzieria Apostolica». Con essa i vescovi «hanno concordato come linea comune che tale situazione di pandemia possa configurare quei casi di grave necessità previsti dal Diritto canonico».


Bishop Riccardo Fontana

Leggi anche:
Assoluzione generale del Vescovo Fontana ai malati di un ospedale

Una celebrazione separata dall’Eucaristia

L’assoluzione comunitaria avverrà in questi termini. «Ad esclusivo giudizio del vescovo diocesano e secondo modalità da lui stabilite», si potrà «predisporre una celebrazione penitenziale comunitaria apposita, separata dall’Eucaristia».

E accompagnando «il segno sacramentale con un’adeguata catechesi che metta in rilievo la straordinarietà della forma adottata per il Sacramento», si potrà ottenere «la grazia del perdono e della misericordia di Dio, il senso del peccato e l’esigenza di una reale e continua conversione. Con l’invito a vivere – non appena sarà possibile – il Sacramento stesso nelle modalità e forme tradizionali e ordinarie (confessione individuale)».

Screenshot from Diocesi di Alba

Il decreto del vescovo di Alba, diocesi della Conferenza Episcopale del Piemonte.




Leggi anche:
Quando è valida l’assoluzione dei peccati in maniera collettiva?

Tags:
penitenza

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni