Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Come Dio mi ha sorpreso quando credevo che la quarantena non potesse andare peggio

Condividi

Non smette di sorprendermi come in quel dettaglio fosse Dio che voleva parlarmi, usando un’intermediaria per dare una risposta a tutte le mie angosce, per cominciare a guarire l’ansia che provavo. Raccomando questo libro al 100%. Attraverso tutti i capitoli (non l’ho ancora finito ma ci sono vicino) aiuta a vedere come il potere con cui funziona la nostra mente abbia un impatto significativo sulla nostra vita, nel bene o – come accadeva nel mio caso – nel male, suscitando ansia.

Un giorno alla volta

Shutterstock/MrNovel

Questo libro è stato uno strumento che mi ha dimostrato come procedendo un giorno alla volta e affidando pienamente la mia vita a Dio attraverso la preghiera Egli non mi lascerà solo o indifeso. So che quando ero angosciato anche Lui si angosciava con me, e che quando cercavo la pace mentale anche Lui si rallegrava con me.

Vorrei concludere dicendo ai giovani e alla gente in generale che se provano qualche angoscia per questa quarantena o per qualsiasi situazione non devono tenerla per sé, ma cercare qualcuno con cui parlarne – genitori, fidanzato, fidanzata, miglior amico, un sacerdote…

Non trascuriamo la preghiera nei momenti in cui ci sentiamo più soli e cerchiamo di essere padroni della nostra mente. Spesso se sentiamo di condurre una vita accelerata, la nostra mente può andare ancor più rapidamente, creando scenari nella nostra testa che non fanno altro che distruggerci.

Ascoltiamo musica cattolica! Dio ci parla anche attraverso i cantanti, e in alcuni testi possiamo trovare messaggi per la nostra vita o per quello che stiamo provando, e infine… sempre avanti! Dio è con noi, e non si può dubitare del fatto che usciremo vittoriosi da questa prova.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni