Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

dio

Un presente senza passato significa un futuro senza speranza?

Vinciamo la nostra amnesia per amore di Dio

Ogni matrimonio conosce la crisi, è lì che Dio recapita il suo invito al Paradiso

Fulton Sheen: "Ed è in queste occasioni che gli uomini avvertono la crisi di nullità, affinché possano cominciare a considerare la vita non già come una città per sé stante, ma come un ponte …

“Tutto e subito”, quest’esigenza che ci rovina la vita

Grazie alle nuove tecnologie, l’immediatezza è diventata parte integrante della nostra vita. Tuttavia non sempre comprendiamo che quest’esigenza dell’avere “tutto e subito” ci danneggia, e …

Non vi succederà nulla di male, riposate in Dio

Quali paure o angosce vi attanagliano? La soddisfazione dei vostri desideri vi sembra ormai un sogno superfluo? Credetemi, il Signore risolverà i vostri problemi

Cosa vuole Dio da me?

Prendi le tue decisioni senza paura, Lui ti accompagna sempre

Siamo dèi?

La risposta cristiana

Due disabili pro-life si uniscono in una canzone toccante

E il risultato eleva alle vette più alte!

Breve preghiera per iniziare la giornata con Dio

Facile da memorizzare, permette di iniziare la nuova giornata col piede giusto

Come fare attenzione ai segni di Dio in questo Avvento

Le persone tendono a interpretarlo come castigo, ma tutto dev'essere visto come un segno dell'amore di Dio

Ecco il motivo per cui i cristiani non devono temere il male, ma accettarlo

Il Creatore ha così insegnato concretamente agli uomini che la morte non è l’ultima parola sulla vita