Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Resta a casa! Una suora di clausura racconta su facebook le fiabe ai tuoi bambini (VIDEO)

Facebook
Condividi

In questo periodo in cui i vostri piccoli non possono uscire, suor Sandra, dal monastero toscano di Santa Cristiana, ogni sera li allieta insieme ai suoi pupazzi

Dal monastero di Santa Cristiana si racconta, ogni sera, una storia, o per meglio dire, una fiaba a misura di bambino. Si tratta di un luogo speciale: un antico complesso in cui abitano ancora quattro monache agostiniane di stretta clausura che si trova a Santa Croce sull’Arno (diocesi di San Miniato provincia di Pisa) (Avvenire, 31 marzo).

La diretta di suor Sandra

A raccontare e a mettere in piedi queste fiabe anche con delle piccole animazioni, quasi sempre scritte o ispirate dal grande Gianni Rodari di cui proprio quest’anno ricorre il centenario della nascita e i 40 anni della morte, ci pensa, ogni giorno alle 18, suor Sandra che in diretta su www.parrocchiesantacroce.blogspot.com oppure sul profilo Facebook intrattiene soprattutto i più piccoli, per una decina di minuti, con filastrocche e piccole storie – in queste giornate particolarmente lunghe – per l’emergenza coronavirus

Non solo per i piccoli!

Le storie di suor Sandra”, è questo il titolo dell’evento quotidiano. Un appuntamento che oramai ha una cadenza fissa per i bambini, scrive il quotidiano dei vescovi, ma pensato e rivolto anche per i grandi che trascorrono così qualche minuto spensierato tra le mura delle loro case.

Suor Sandra è una ex insegnante di scuola elementare di Padova. Dal 2010 è a Santa Croce, in questo monastero collocato nel cuore storico di questo borgo toscano.

Le animazioni con i pupazzi

A fare da corollario alla narrazione di queste fiabe sono le animazioni messe in piedi con dei pupazzi a cui dà un volto e una voce la stessa religiosa.

«Siamo monache di clausura – racconta sempre ad Avvenire, con orgoglio suor Sandra – Ma a me piace più definirci di contemplazione. Ora che tutti siamo obbligati a stare in casa per l’ emergenza del coronavirus, cerchiamo di essere comunque vicine alla popolazione di Santa Croce. Prima di tutto con la preghiera. E poi anche con questi piccoli video, che abbiamo pensato anche insieme al parroco don Donato Agostinelli, soprattutto per i bambini».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni