Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Papa Francesco: tu, nella tua famiglia, sai comunicare coi tuoi figli a tavola?

Syda Productions | Shutterstock
Condividi

“Se in famiglia c’è qualcosa che non va, a tavola si capisce subito”. Alcune riflessioni del Santo Padre sullla vocazione alla convivialità che anche in famiglia rischia di essere trascurata.

Papa Francesco in occasione dell’Angelus del 29 dicembre 2019 è tornato su un tema a lui molto caro, del quale aveva già parlato nel 2015  in occasione di un’udienza dedicata alla convivialità in famiglia, definendola:

un termometro sicuro per misurare la salute dei rapporti: se in famiglia c’è qualcosa che non va, o qualche ferita nascosta, a tavola si capisce subito. Una famiglia che non mangia quasi mai insieme, o in cui a tavola non si parla ma si guarda la televisione, o lo smartphone, è una famiglia “poco famiglia”. Quando i figli a tavola sono attaccati al computer, al telefonino, e non si ascoltano fra loro, questo non è famiglia, è un pensionato.

Un concetto importante, sul quale vale la pena insistere, e come ben sapete ne ho parlato spesso nel mio blog Pane & Focolare. In occasione dell’Angelus del 29 dicembre, Solennità della Sacra Famiglia di Nazareth, il Papa fa notare che

I tre componenti di questa famiglia si aiutano reciprocamente a scoprire il progetto di Dio. Loro pregavano, lavoravano, comunicavano. E io mi domando: tu, nella tua famiglia, sai comunicare o sei come quei ragazzi a tavola, ognuno con il telefonino, mentre stanno chattando? In quella tavola sembra vi sia un silenzio come se fossero a Messa … Ma non comunicano fra di loro. Dobbiamo riprendere il dialogo in famiglia: padri, genitori, figli, nonni e fratelli devono comunicare tra loro … Questo è un compito da fare oggi, proprio nella giornata della Sacra Famiglia.

PAPIEŻ FRANCISZEK W BOLONII
AP/EAST NEWS

La tavola è una grande occasione di comunicazione. Come dice il Papa:

Il Cristianesimo ha una speciale vocazione alla convivialità. […] Oggi molti contesti sociali pongono ostacoli alla convivialità familiare. E’ vero, oggi non è facile. Dobbiamo trovare il modo di recuperarla. A tavola si parla, a tavola si ascolta. Niente silenzio, quel silenzio che non è il silenzio delle monache, ma è il silenzio dell’egoismo, dove ognuno fa da sé, o la televisione o il computer… e non si parla. No, niente silenzio. Occorre recuperare quella convivialità familiare pur adattandola ai tempi. (Udienza del mercoledì, 11 novembre 2015)

Quanta saggezza nelle parole del Santo Padre! Mettiamo in pratica i suoi consigli e le sue raccomandazioni, perché il dialogo a tavola, in famiglia e con gli amici, è un bene prezioso e un’opportunità straordinaria per stringere legami forti e veri.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA PANE & FOCOLARE

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni