Aleteia
martedì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
News

Il parroco di Lampedusa: dormiamo all'aperto fin quando la Sea Watch non entra nel porto

Youtube - Tg2000

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 24/06/19

Protesta pro migranti del sacerdote e degli attivisti. Il vescovo di Torino: la nostra diocesi pronta ad ospitare i profughi

A Lampedusa, sui gradini della chiesa di San Gerlando, un gruppo di persone sta trascorrendo le notti all’addiaccio per lanciare un messaggio di coraggio e fiducia ai 43 migranti che da dieci giorni sono a bordo della Sea Watch 3, ferma a 15 miglia dall’isola delle Pelagie in attesa di un porto di destinazione che il governo italiano non sta dando (La Repubblica, 22 giugno).

La protesta

«La Sea Watch 3 è ancora bloccata in acque internazionali, con a bordo salvati e salvatori. Continueremo a dormire sul sagrato della Chiesa finché non sarà consentito loro di scendere a terra in un porto sicuro», ribadisce con fermezza il parroco di Lampedusa don Carmelo La Magra, che sta dormendo all’aperto insieme agli attivisti di Forum Solidale Lampedusa e alcuni turisti.




Leggi anche:
Navi Ong ferme nei porti, il Papa: un’ingiustizia, vogliono far annegare i migranti?

“Non dimenticateci”

«Il nostro – prosegue – è un semplice gesto di solidarietà nei confronti di persone che stanno soffrendo inutilmente – dice il parroco – Mettiamo simbolicamente in gioco i nostri copri nel tentativo di dare visibilità e voce agli ultimi della terra, nostri fratelli e sorelle, nostri simili» (AdnKronos, 20 giugno).

La parrocchia, afferma Don Carmelo, ha contatti diretti con l’equipaggio della Sea-Watch3: «I ragazzi dell’equipaggio ci hanno mandato una foto con una scritta: “Non dimenticateci”».


LIBYA

Leggi anche:
Bassetti: porti aperti e soccorsi ai migranti. E bacchetta il decreto sicurezza

L’accoglienza agli ultimi profughi

«Spero non si faccia la scelta assurda di mandarli in un porto lontanissimo – aggiunge il parroco – Certamente l’equipaggio non ha intenzione di riportarli in Libia. Spero che torni la ragione e si facciano scendere al più presto». Anche perché, sottolinea, il 19 giugno a Lampedusa ci sono stati altri due sbarchi di 45 e 8 migranti. «Questo fa capire che le persone arrivano anche senza le Ong, quindi è solo una guerra mediatica».

Come sempre i volontari della parrocchia sono andati ad assistere le persone sul molo: «Abbiamo dato acqua fresca e un po’ di accoglienza umana» (Agensir, 20 giugno).

La disponibilità della diocesi di Torino

«La Diocesi di Torino è disponibile ad accogliere senza oneri per lo Stato i migranti della Sea Watch», ha detto l’arcivescovo Cesare Nosiglia, al termine della messa per San Giovanni, patrono della città.

Un appello con il quale la chiesa torinese spera di sbloccare definitivamente una situazione divenuta insostenibile per le 43 persone rimaste a bordo e che si trovano in mare quasi da due settimane. «Rivolgo una preghiera speciale a San Giovanni, che ha sempre difeso i poveri – ha aggiunto Nosiglia – Chiedo a lui di dare una mano per risolvere il problema che stanno vivendo le persone a bordo della Sea Watch. Per essere concreti la Chiesa di Torino è disponibile ad accogliere questi fratelli e sorelle» (Avvenire, 24 giugno).




Leggi anche:
Migranti e populismo, mons. Crociata: l’Europa per ora non è la patria dell’uguaglianza

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
lampedusamigrantiparroco
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni