Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

E sento tanta voglia di lodare Dio che mi sembra abbia creato questo bosco solo per me

Condividi

Quasi sera, prendo il sentiero che porta al Sacro Speco. In questo bosco, la foresta è un salmo di lode. E io ne faccio parte, pregando senza nemmeno pregare.

Era tanto tempo che non mi infilavo in un bosco. E, senza saperlo, non potevo scegliere luogo e momento migliore. Ero stanca, stanchissima per giorni davvero pieni e faticosi. Quasi sera, prendo il sentiero che porta al Sacro Speco. Ripido, soprattutto per una pelandrona fuori allenamento come me. Eppure tutto mi sembrava così… buono, oltre che così bello. Un tramonto cordiale e maestoso, che trasformava le foglie in oro puro, e le montagne che circondano la valle in un paesaggio rinascimentale intessuto di verde, blu, cobalto. Il silenzio che cantava, e mi spiaceva disturbarlo con i miei passi.

pixabay

Camminavo in punta di piedi, cercando di non calpestare le foglie secche per non turbare la musica della foresta. Gli insetti che bisbigliano, gli alberi che sembrano spalmare arcate generose, maestose ma lievi come carezze. Qualche uccello in lontananza, il bordone del fiume che trotterella bonario a fondovalle. Respiro a pieni polmoni un’aria così pura che sembra profumata. Ad ogni passo mi si aprono scorci incantati. Sorprendo sul mio volto un sorriso beato e forse anche un po’ ebete, come di un’innocenza ritrovata. Chissà perché non riesco a non pensare a padre Charles, il nostro amico trappista scomparso tanti anni fa. Sì, qui viveva Benedetto: e penso con gratitudine ai miei amici benedettini, a suor Mariangela, a padre Ivo, al loro sguardo puro come il cielo di questa sera.
E sento tanta pace, tanta gioia, tanta voglia di lodare Dio che mi sembra abbia creato questo bosco solo per me, che l’abbia reso così bello per farmi piacere.

WOMAN
Public Domain

Mi siedo per assaporare questo momento così dolce e ricco della presenza del Signore. Penso che mi piacerebbe tanto vedere uno scoiattolo. Si fa aspettare solo un paio di minuti, e poi eccolo lì, scuro, che danza sul ramo di un albero lì vicino. In questo bosco, la foresta è un salmo di lode. E io ne faccio parte, pregando senza nemmeno pregare.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CHIARA BERTOGLIO

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.