Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Diego ha sposato la sua Annalisa nella stanza dell’hospice e dopo poche ore è morto

Condividi

Nel 2017 scopre di essere malato di tumore e comincia insieme alla sua fidanzata la sua lotta. Il 15 gennaio scorso è morto ma prima è riuscito a fare la cosa più importante: dire "sì" alla sua amata!

“Voglio passare il resto della mia vita con te”, proclamiamo quando decidiamo di unirci indissolubilmente alla persona amata, ma poi non sappiamo mai quanto sarà realmente lungo quel “resto” perché non conosciamo la durata della nostra vita.

Diego ha sposato la sua Annalisa la mattina del 15 gennaio scorso nella camera dell’hospice di San Severino che lo ospitava e poche ore dopo, nel pomeriggio, è morto.

“Lu sule, lu mare, lu ientu” e… l’amore!

La loro storia d’amore è stata raccontata da Giovanni De Franceschi su Cronache maceratesi. I due si sono conosciuti nell’estate del 2014, quando lei parte per le ferie con le amiche: destinazione Salento, “Lu sule, lu mare, lu ientu” e… l’amore! Una vacanza indimenticabile, chissà quante volte Annalisa avrà pensato “e chi se lo aspettava di incontrare l’uomo della mia vita d’estate? in vacanza? gli amori estivi di solito durano fino al cambio di stagione e nulla più”. E invece i due custodiscono da subito nel cuore il desiderio del per sempre! Se non fosse così d’altronde, che senso avrebbe stare insieme?

Diego è morto poco dopo aver pronunciato “Sì!”

La relazione tra l’impiegata e il tecnico informatico nata con il sole, si rafforza e si consolida durante l’inverno. Anche quello della vita. Perché Diego nel 2017 scopre di essere malato gravemente. Paura, dolore, spaesamento. Ma quel desiderio continua ad abitare il loro cuore e ad ammorbidire anche i giorni più duri. La coppia va a vivere insieme, ma il giorno della vigilia di Natale la situazione peggiora e Diego è costretto a ricoverarsi nell’hospice. Nella sofferenza però non muta il loro sogno, non perde slancio né vigore. E così il 15 gennaio alle 11 del mattino Diego e Annalisa sono diventati marito e moglie.

Poche ora dopo Diego Turi è morto, ha lasciato questo mondo però da marito di Annalisa Talpacci, suo novello sposo per sempre, e forse nel momento del trapasso avrà pensato con il cuore colmo di gratitudine di aver realizzato il suo desiderio più grande.

 

 

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni