Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Vuoi essere felice? Scrivi ogni giorno 3 cose per cui ringraziare il Signore!

Condividi

Anita e Giuseppe hanno deciso di appuntarsi ogni giorno 3 cose belle per cui essere grati al Signore. Smettiamola di lamentarci per quello che non ci piace e... copiamoli 😉

Ricordo che una settimana prima del mio matrimonio don Giulio, il sacerdote che ci seguiva come coppia e che ci ha sposato, mi ha mandato due giorni in ritiro spirituale ad Amelia in un convento di clausura. In quell’occasione (unica ed indimenticabile) pregai molto e prima di confessarmi scrissi in un foglio i miei peccati e in un altro i doni per cui ringraziare Dio. Una lista bellissima! Zeppa di cose magnifiche per cui lodarLo! Da quella volta cerco, anche se spesso mi dimentico o sono troppo impegnata a lamentarmi, di elencare i regali che ho ricevuto durante la giornata, grandi o all’apparenza piccoli, e per cui sono profondamente grata al Signore.

Nel suo nuovo video “dududu” Anita racconta come una catechesi che ha ascoltato durante il Festival dei Giovani a Medjugorje – quella della mosca che cerca i rifiuti e dell’ape che vola sui fiori – l’ha aiutata ad avere uno sguardo positivo sulla sua vita, pieno di riconoscenza. Nel filmato rivela che da quel giorno con il suo sposo hanno deciso di fare un piccolo esercizio di gratitudine: segnare quotidianamente 3 cose belle che hanno ricevuto nel corso della giornata, per gustare fino in fondo la bellezza che Cristo dona alla loro vita.

E noi con quali occhi vogliamo guardare ciò che abbiamo?

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni