Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Come si accerta l’autenticità di una rivelazione privata, o di una manifestazione della Madonna?

© Alessandro Bonvini-CC
Condividi

La prassi è lunga e articolata. Non ci sono sconti per mistici o veggenti

in criterio attendista, seppur non esplicitamente presente nelle Normae del 1978, secondo cui “non consta la trascendenza” (non constat de supernaturalitate);

in criterio negativo, secondo cui “consta la non trascendenza” dei fatti asseriti (constat de non supernaturalitate).

Rigide analisi

Rispetto al passato le commissioni ecclesiastiche sottopongono i veggenti a scrupolosi esami informativi, spirituali, psicologici, etc., cercando di stabilire “la verità” o “non credibilità” dei fenomeni straordinari asseriti. Una volta verificate e autenticate dall’autorità ecclesiastica le apparizioni consentono libertà di adesione, in quanto la fede si presta solo alla Rivelazione pubblica di Dio conclusa con la morte dell’ultimo degli Apostoli.

Tutti coloro che sono impegnati

Da quanto sinora mostrato, risultano abbastanza chiari l’iter e le competenze specifiche di coloro che via via sono chiamati a dare un giudizio di autenticità o meno circa asseriti fatti “soprannaturali”. Riassumendo, secondo le Nor­mae della Congregazione per la Dottrina della Fede del 1978, essi sono: il vescovo diocesano, la Conferenza episcopale nazionale, la Congregazione per la Dottrina della Fede a nome della Sede Apostolica/Santa Sede e, in ultima istanza, senza che debba chiedere spiegazione e/o permessi, il Vescovo di Roma, cioè il Papa.

I carismi

Tutta questa procedura non è fine a se stessa, ma ha, come sua finalità propria, un passaggio ad essa successivo: l’accoglienza, la cura e lo sviluppo di questi carismi nel vissuto della Chiesa. Infatti, la tradizione teologica, da san Tommaso d’Aquino in poi, ha riconosciuto alle rivelazioni private un carattere pratico­-profetico.

LOURDES
Marko Vombergar-ALETEIA

Il cammino della Chiesa

Senza sostituirsi al magistero ecclesiale, le rivelazioni private contribuiscono nel modo loro proprio alla scelta preferenziale di alcune vie-esperienze di annuncio-testimonianza del- la Parola piuttosto che di altre, rinnovando così la concreta forma Ecclesiae di una comunità o di più comunità9. Nel campo specifico delle apparizioni mariane, come si può sostenere che gli eventi di Guadalupe, di Lourdes o di Fatima non abbiano guidato il cammino della Chiesa? Lo hanno guidato, eccome! E continuano a guidarlo.

 

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL LIBRO

 

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni