Aleteia
mercoledì 28 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
Storie

Il prete coraggioso che consolava la sua gente durante i bombardamenti

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 03/07/18

Padre Beniamino Miori si è rivelato un vero eroe di guerra. Un esempio di sacerdote da imitare!

Un anno fa iniziava l’iter per la beatificazione del Servo di Dio Padre Beniamino Miori. Il sacerdote della parrocchia di Farinia, nella frazione Picciola di Pontecagnano (Salerno) è stato uno degli eroi della Seconda Guerra Mondiale in quelle terre, eppure la sua storia non è molto conosciuta.

Stiamo parlando di un parroco coraggioso che ha rischiato la propria vita per la sua comunità. Un esempio da conoscere e imitare!

Originario del Trentino Alto Adige, Padre Beniamino entrò a Verona dai Padri Stimmatini nel 1899 e venne ordinato Sacerdote nel 1910.

Inviato nel 1942 nella nascente opera Stimmatina del Sud Italia, fu destinato a curare le anime di Farinia. Nel difficile tempo di guerra, che trasformò Picciola in uno dei maggiori scenari dello sbarco alleato, fu tra la sua gente e, pur di non abbandonarla, quando la sua casa venne requisita dalle autorità alleate, si trasferì nel campanile della chiesa che riparò personalmente (Salerno Today, 24 gennaio 2017).

In “Le opere e i giorni – Padre Beniamino Miori a Picciola(edizione a cura de Associazione Gruppo di Preghiera “Amici di Padre Beniamino Miori”) si raccontano almeno due episodi che attestano la fama di santità di quest’uomo.




Leggi anche:
Questo monaco trappista ha salvato 26 partigiani dalla fucilazione

Le prime bombe

Nessuno potrà mai dimenticare quello che è successo a Farinia a partire dal 21 giugno 1943, il giorno in cui avvennero i primi bombardamenti di americani e inglese contro i tedeschi. Iniziò un’estate di fuoco e di paura. I primi bombardamenti sarebbero stati così devastanti: «Alle ore 13.45 del 21 giugno c’è la vera prova del fuoco a Battipaglia e a Salerno – scriveva Padre Beniamino – Noi che ci troviamo tra i due fuochi, preghiamo invocando la protezione del cielo».

L’orfanotrofio

A pagarne le conseguenze di quelle bombe furono chiese, case, e sopratutto l’orfanotrofio. Padre Beniamino in quei giorni provò a confortare in ogni modo le anime delle sua comunità, spostandosi in ogni punto del paese.

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
preteseconda guerra mondiale
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Catholic Link
7 armi spirituali che ci offrono i santi per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni