Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
San Gaetano Errico
home iconSpiritualità
line break icon

Come continuare a rendere gloria a Dio quando tutto nella mia vita va male?

Catholic Link - pubblicato il 26/06/18

di Solange Paredes

So a chi ho creduto” (2 Timoteo 1, 12). Questa potente frase di San Paolo appare nella seconda Lettera che invia al suo amico Timoteo dalla prigione. Ovviamente non è un’affermazione da prendere alla leggera, ma ha tutto il peso e l’autorità di un cristiano che sta attraversando uno dei momenti peggiori della sua vita, perché quando scrive questo Paolo è a Roma, aspettando la condanna a morte. È solo, abbandonato perfino dai credenti. In queste condizioni, scrive a Timoteo per comunicargli il suo stato d’animo e la sua fiducia totale nel Signore.

Che testimonianza! Che fede! Quanto aveva ragione Paolo nel segnalare nella stessa Lettera “Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la mia corsa, ho conservato la fede” (2 Timoteo 4, 7). Forse noi non siamo in prigione in attesa della nostra condanna a morte, ma solo Dio conosce i nostri problemi e il nostro dolore, la loro profondità e complessità, il peso che ciascuno di noi si porta sulle spalle… Probabilmente (magari) per la maggior parte del tempo è un dolore silenzioso, presente ma appena percepibile. Ci sono però dei certi momenti nella nostra vita in cui tutte le porte sembrano chiudersi allo stesso tempo, in cui varie situazioni soffocano la nostra vita e sembra che letteralmente TUTTO vada male e non ci sia via d’uscita. Che fare in quei momenti?

Come sappiamo, i santi non sono stati estranei a questo scenario. Il loro amore per Dio e la loro fede non li hanno resi esenti dalla sofferenza, né hanno preteso che fosse così. La differenza tra noi e loro è che i santi, pur avendo vissuto vicissitudini uguali o peggiori, conoscevano il loro Signore e confidavano in Lui. È per questo che, basandoci su questa testimonianza, vorremmo offrirvi 5 punti di riflessione che possono essere d’aiuto quando ci sentiamo abbattuti o delusi dalla vita.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
diofallimentogloriavita
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni