Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Cara sposa, il tuo matrimonio non sarà facile, verrà messo alla prova ma…

Condividi

Non temere, le cose del Signore vengono provate (a volte anche con il fuoco) e noi vi resteremo vicini

Cara Benedetta, la mattina del vostro matrimonio, alle 10, stavo ancora calcolando se avrei fatto in tempo a saltare su un treno, lasciare tutto, chiedere alla tata di venire a casa mia per una dozzina di ore (Guido doveva lavorare), scoprire che aveva da fare con la nipotina, cercarne un’altra, far arrabbiare mio marito, lasciare a tre quarti il cambio di stagione e la battaglia contro i tarli della credenza della cucina, coprire con un telo il chilometro quadrato di pentole abbandonato in salotto per pulire la credenza, mettere il vestito verde da cerimonia (non stirato), tirare fuori i sandali del mio matrimonio, ricoprire sommariamente le unghie dei piedi con uno strato di smalto nuovo sopra quello vecchio e partecipare almeno alla messa, per essere al vostro fianco in questo inizio di un’avventura che è cominciata e non finirà mai.

Alla fine, come sai, sono rimasta a casa, pensando continuamente a te e Federico, e anche a Raffaella e Andrea, don Vincent, Lucia, Simone e Maria, Giulia, Giuseppe e Monica, Benedetta, Giacomo, monsignor Negri e tutti gli innumerevoli amici che avrei voluto abbracciare. Sono rimasta soffrendo, in quella che è la tipica sofferenza femminile: quella di dover dire dei no a qualcosa per dire dei sì a qualcos’altro, anche quando il nostro cuore sanguina e vorrebbe dire tutti sì, e in questo caso un sì grosso come una casa.

Sono rimasta per custodire il mio matrimonio, un po’ tirato da tutte le parti per i miei impegni, che ci hanno regalato una rete ricchissima e meravigliosa di relazioni – di cui tu sei uno dei pezzi migliori – stupende ma impossibili da custodire tutte.

Sono rimasta per obbedire alla mia realtà (una serie di circostanze aveva convinto mio marito a non partire, e venire da sola a festeggiare un matrimonio non era una scelta da sposa).

Sono rimasta perché ho pensato che mi avresti perdonata, perché so che hai un cuore grande.

Sono rimasta perché ho pensato che il modo migliore per custodire il tuo matrimonio e quello delle persone care è stare nel mio, mettendolo prima di ogni altra scelta e relazione, comprese quelle con i figli.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.