Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Facebook, 6 consigli per genitori preoccupati

GENITORI FIGLI FACEBOOK
Shutterstock- goodluz
Condividi

Alcuni buoni consigli da un esperto: il creatore del social network, Mark Zuckerberg

Per molte persone Facebook è già diventato parte della propria vita quotidiana. In questo social vengono diffuse così tante storie, buone e meno buone, e questo di solito fonte di grande preoccupazione ed ansia per molti genitori che vogliono proteggere i propri figli dai pericoli di Internet.

Per questo motivo Mark Zuckerberg, fondatore del social network, ha creato un portale di supporto all’interno del Centro per la sicurezza che ha presentato con questa affermazione: “Essere genitori può essere un compito difficile. Siamo consapevoli che l’uso di Facebook farà sorgere nei genitori molte domande. Abbiamo quindi creato una raccolta di link utili, consigli e suggerimenti per rendere soddisfacente la vostra esperienza e affinché possiate aiutare vostro figlio nella sua esperienza”.

Ecco i 6 consigli per navigare in modo sicuro sul social network:

1. Di’ a tuo figlio che le stesse regole si applicano online e offline

Non fare agli altri quello che non vorresti venisse fatto a te. Proprio come diresti a tuo figlio di guardare da entrambi i lati della strada prima di attraversare o di indossare il casco quando usa la bicicletta, insegnagli a pensare prima di condividere un contenuto online.

2. Prova a essere un buon modello di comportamento

Leungchopan/Shutterstock

L’idea secondo cui ai bambini bisogna dare il buon esempio perché imitano le azioni dei grandi è vera tanto online che offline. Se imponi dei limiti di orario in cui tuo figlio può usare i social media o stare online (ad es. no SMS dopo le 22:00), rispettali anche tu.

3. Connettiti subito con tuo figlio

Goodluz/Shutterstock

Dai dati emerge che i genitori dovrebbero connettersi con i figli non appena iniziano a usare i social media, considerando la possibilità di stringere amicizia con loro su Facebook. Vale la pena notare che gettare presto le basi per il dialogo e la conversazione online è importante quanto farlo offline. Diventa più difficile se aspetti. Parla con tuo figlio della tecnologia nel suo insieme ancor prima che inizi a usare i social media. In questo modo, crei un terreno fertile per un futuro dialogo sull’argomento.

4. Identifica il momento giusto per aprire l’argomento

© SergiyN

Ad esempio, un buon momento per stabilire delle regole di base è quando tuo figlio riceve il suo primo cellulare. Un buon momento per parlare di condivisione sicura è quando compie 13 anni e può iscriversi a Facebook e altri social media. Un buon momento per discutere dell’importanza di non scrivere messaggi mentre è alla guida è quando prende la patente.

5. Abbi fiducia in te

Shutterstock

In genere, puoi adottare le stesse strategie educative che usi per le attività offline anche per quelle online. Se sai che con tuo figlio è più efficace trattare ogni aspetto dell’argomento in modo dettagliato, crea un contratto che entrambi possiate firmare. In caso contrario, può essere sufficiente dargli le regole di base.

6. Chiedi ai tuoi figli di farti da insegnante

GENITORI FIGLI FACEBOOK
Shutterstock- goodluz

Non usi Facebook? Potrebbe però interessarti provare un servizio di musica in streaming? Se i tuoi figli hanno già dimestichezza con queste app e questi siti, possono rivelarsi un’ottima risorsa. Puoi approfittare di questi momenti per parlare anche di sicurezza, privacy e protezione. Ad esempio, puoi porre loro domande sulle impostazioni sulla privacy quando configuri il tuo account Facebook. Inoltre, come la maggior parte dei genitori sanno, ai figli piace avere la possibilità di vestire i loro panni ogni tanto.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Valerio Evangelista]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni