Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 06 Maggio |
San Domenico Savio
home iconStile di vita
line break icon

Bambini e social media: una lezione su come non essere cattivi online

Pixabay.com/Public Domain/ © Rainer_Maiores

Galit Breen - pubblicato il 16/07/16

C'è tutto uno spettro di possibilità tra il silenzio e il vetriolo su Internet. Il nostro compito è trovarlo e insegnarlo ai nostri figli

Era la mattina dell’ultimo giorno di scuola quando mia figlia di 10 anni mi ha passato il cellulare e mi ha detto che c’era un messaggio da parte della mia amica Kristin. E se mio marito ed io le stiamo insegnando che non deve leggere i messaggi indirizzati a noi, quella mattina ho scelto di soprassedere su quella piccola infrazione. Si è rannicchiata vicino a me, subito seguita dal nostro cucciolo. Ancora con il pigiama e i capelli in disordine, era un’interruzione del lavoro calorosa e gradita.

Sullo schermo è apparso il messaggio di Kristin e ho guardato le sue parole ormai fin troppo familiari: Mi prendo una pausa da Facebook. Troppa cattiveria. Ho capito subito cosa intendesse.

È difficile pensare bene del mondo negli ultimi mesi

Gli ultimi mesi sono stati particolarmente carichi sui social media – elettrici, ma in senso negativo. Le opinioni su tutto, dalla politica alle notizie del mondo, sono state rigide, e le loro espressioni sono sembrate senza filtro. Brutto.

Tutto questo è difficile da gestire per un adulto – quali voci ascoltare, quali commenti filtrare… ­, e posso solo immaginare cosa sembri questa cacofonia ai nostri figli. Spesso pensiamo che i nostri figli siano più preparati a questo tipo di bombardamento digitale perché sono “nativi digitali”, ma la verità è che cercano di trovare un senso a ciò che accade sui social media proprio come facciamo noi – con una buona dose di prove ed errori.

Quella mattina, mia figlia si è sporta verso di me (per poter leggere meglio il mio messaggio!) Potevo annusare il suo shampoo – mela – mentre chiedeva: “Che intende dire?”

Come gestire le chiacchiere e il rumore di Internet?

E così sono stata subito messa di fronte a un importante dilemma: spiegare le chiacchiere e il rumore di Internet e del mondo in generale e spiegare come trovare l’equilibrio mentre si processa l’ampia quantità di informazioni con cui veniamo bombardati ogni giorno. In breve, aiutarla a difendersi dalla cattiveria online rimanendo ancora una forza a favore del bene su Internet. Non possiamo dimenticare che Internet è ora la nostra comunità, e come dovremmo comportarci in quella sede conta quanto conta nella vita reale.

Ho pensato alle possibilità che avevo in quel momento. Potevo liquidare la domanda e reindirizzare la conversazione. Non è necessario che sappia delle discussioni ostili e “gridate” a lettere maiuscole che si verificano online al posto dei tranquilli dibattiti intellettuali che penso tutti preferiamo.

LEGGI ANCHE: Bambini e cellulari: i nuovi “tossici” del XXI secolo?

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
bambinifigligenitoriinternetsocial network
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
2
Gaudium Press
Sapevi che la fede nuziale può avere la forza di un esorcismo?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Best of Web
Muore per 20 minuti, si sveglia all’improvviso e racconta d...
5
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
6
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
7
VANESSA INCONTRADA
Gelsomino Del Guercio
Vanessa Incontrada: ho scelto di battezzarmi a 30 anni per ritrov...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni