Aleteia
giovedì 22 Ottobre |
San Giovanni Paolo II
Stile di vita

Amico mio, se morissi, con quale video mi ricorderesti?

Pixabay.com/ Public Domain/ ©Unsplash

Catholic Link - pubblicato il 04/11/16

A volte la vita è come il mare: monotona e a prima vista sempre uguale. Sembra che non ci porterà niente di nuovo, che stando alle apparenze non succederà niente di innovativo. Ma all’improvviso la marea trascina un tesoro da terre remote e lo deposita ai nostri piedi. E quel tesoro insospettato e immeritato potrebbe essere un amico.

Chi non ha provato qualcosa di speciale conoscendo quello che sarebbe diventato il suo migliore amico? Quando conosciamo qualcuno che ci sosterrà nel lungo cammino di pellegrinaggio che è la vita, sentiamo che Dio ci ha inviato qualcuno che occupa una parte importante nella mappa della nostra felicità, di quella mappa che porterà entrambi a quella cattedrale chiamata Paradiso che si trova alla fine del percorso. Dio ci ha inviato una guida e un compagno, e questo ci basta per essere grati e sentirci vivi.

È curioso quello che accade nell’amicizia, perché ammiriamo nell’altro proprio tutto quello che non abbiamo: coraggio, decisione, allegria, forza, sicurezza; perché quelle virtù ci aiutano a migliorare come persone, e arriviamo ad acquisirle anche con la frequentazione quotidiana. Ma succede che un giorno ci rendiamo conto che anche l’amico e compagno di cammino ci apprezza e ci ammira, e vede in noi virtù che non avremmo mai neanche sospettato. La cosa più buffa è constatare come, a poco a poco, diventiamo una persona simile a lui ed egli diventa a sua volta una persona simile a noi, nel modo di essere, di parlare, di agire, di scrivere e di pensare. Il nostro migliore amico è diventato parte di noi e noi di lui, e se condividiamo la stessa fede il legame è molto più forte, perché facciamo parte di un tutto indivisibile che è la Chiesa. Un’unione di questo tipo può solo rendere felici. Ci sentiamo pieni, come se si trattasse di un enorme rompicapo per il quale abbiamo trovato all’improvviso il pezzo che mancava.

LEGGI ANCHE: 14 pensieri su come creare amicizie che durino per tutta la vita

  • 1
  • 2
  • 3
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
amiciziafedemorteparadisopregare
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha ...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni