Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 24 Giugno |
San Giovanni Battista
home iconArte e Viaggi
line break icon

Céline Dion: il matrimonio è anche pensare a chi spingerà la sedia a rotelle

celebrityabc

Alfa y Omega - pubblicato il 10/06/16

Riflessioni della cantante dopo la morte del marito

Il 14 gennaio, vittima di un tumore alla gola contro il quale ha lottato per tre anni, è morto a Las Vegas René Angélil, marito e pigmalione di Céline Dion, che ha portato via quando era adolescente dalla cittadina di Charlemagne (Québec, Canada) per trasformarla in una stella planetaria.

Otto giorni dopo, il 22 gennaio, la basilica di Notre Dame di Montreal, gremita, ha ospitato i funerali di Angélil, presieduti dall’arcivescovo Christian Lépine. Il 16 maggio è morto a 59 anni anche Daniel Dion, fratello della cantante.

Il 18 maggio Céline Dion ha concesso la sua prima intervista televisiva al canale del Québec TVA.

Interpellata dalla presentatrice Marie­Claude Barrette su come abbia vissuto questi momenti così intensi – nella stessa chiesa si era sposata con Angélil alla fine del 1994 –, l’interprete di My heart will go on ne ha approfittato per dimostrare i propri valori.

“Il funerale è stato la mia grande forza”, perché in quella basilica “mi sono impegnata per sempre con mio marito, nella vita e nella morte”.

“Nella vita e nella morte”, secondo la Dion, significa che il matrimonio “non sono solo i regali, i viaggi e le feste, ma anche pensare a chi spingerà la sedia a rotelle o sapere cosa si farà con il familiare che resta invalido”.

“Il funerale è quindi la continuazione del nostro matrimonio, ed è servito a dimostrare ai nostri figli [uno di 14 anni e due gemelli di appena 5] che il padre continua a stare con loro”.

  • 1
  • 2
Tags:
malattiamatrimoniomortetumore
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Giovanni Marcotullio
«I rapporti prematrimoniali?» «Un vero peccato!» «Ma “mortale”?» ...
4
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
5
saint paul
Giovanni Marcotullio
La Santa Sede contro il ddl Zan: è caso diplomatico
6
COUPLE GETTING MARRIED
Gelsomino Del Guercio
Il matrimonio si celebra in casa. La svolta della diocesi di Livo...
7
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni