Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 29 Novembre |
San Vincenzo Romano
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

La mamma di Chiara Corbella: “portava il Signore a chi incontrava”

Questo articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus
Chiara-Corbella-petrillo-By-Cristian-Gennari-CG2_0972.jpg

© Cristian Gennari

Silvia Lucchetti - pubblicato il 13/06/22

Decimo anniversario dalla nascita al Cielo di Chiara Corbella Petrillo. La madre Maria Anselma: "Ascoltava molto, fin da bambina, la voce di Maria nel suo cuore".

Ricorre oggi il decimo anniversario dalla nascita al Cielo della Serva di Dio Chiara Corbella Petrillo. Già dieci anni dal giorno in cui prima di morire a 28 anni – a causa di un carcinoma alla lingua – salutò tutti, parenti e amici, uno per uno, dicendo: ti voglio bene. (chiaracorbellapetrillo.org)

Decimo anniversario dalla nascita al Cielo di Chiara Corbella Petrillo

Ricordo come fosse oggi l’sms che Tommaso, un mio amico di Milano, mi mandò quella mattina: “Silvia, se puoi vai al funerale di questa ragazza”. Insieme al messaggio il filmato di una testimonianza che Chiara e il marito avevano dato in una parrocchia di Roma. Restai folgorata.

Nel 2017 ho avuto la grazia di intervistare Enrico Petrillo e nel 2020 il papà di Chiara, Roberto Corbella. Due “chiacchierate” che conservo nel cuore con cura e gratitudine.

Enrico mi disse che lui e Chiara avevano avuto la grazia di accogliere la croce e di comprendere che dietro a quel dolore c’era “nascosto” un dono: avvicinarsi sempre di più al Signore.

Io e Chiara abbiamo pianto tanto insieme, ma sinceramente non abbiamo mai vissuto il momento del rifiuto della croce. A noi il Signore ci ha dato la grazia di vedere la strada dritta fin dal primo momento, non avevamo decisioni da prendere ma solo accogliere la Sua volontà. Era faticoso, doloroso, ma sapevamo che lì c’era Lui. Non ci si improvvisa cristiani, la fede come la vita è un cammino, per morire felici come Chiara ci si deve incamminare. In questo percorso Dio ti manda delle cose da accogliere perché sa che te lo può chiedere, Lui vuole il tuo bene non ti dà una croce per schiacciarti ma per farti aprire ad altro, a qualcosa che non immagini. Noi non avevamo dubbi che fosse così. Eravamo dentro ad una relazione con Dio e quindi quello che ci chiedeva sapevamo che era buono per noi, perché tante altre volte era stato così. Tutte le difficoltà servivano per fare un nuovo incontro con Lui.

(Enrico Petrillo)

Roberto Corbella: “una fede profonda, ma semplice e naturale”

Il rapporto di Chiara con Dio, mi ha raccontato suo padre, era intimo, diretto, profondo fin dall’infanzia.

Il rapporto di Chiara con il Signore e con la Madonna era molto familiare, da sempre.(…) Parlava con il Padre Eterno come se fosse un colloquio normale. (…) Aveva un vero e proprio colloquio con Dio, sentiva questo rapporto come stiamo parlando noi adesso, in maniera semplice e naturale, anche in romanaccio. Non era un momento di preghiera di tipo bigotto, era molto schietto, si metteva da una parte, rifletteva e spesso disegnava. (…) Meditava e prendeva appunti di quello che sentiva in questo colloquio con la Vergine Maria e con Gesù. Una fede profonda, ma semplice e naturale.

(Roberto Corbella)
Chiara-Corbella-petrillo-By-Cristian-Gennari-CG2_0295.jpg

La devozione mariana di Chiara Corbella Petrillo

Su Maria con teMaria Anselma Ruzziconi, mamma di Chiara Corbella, ha raccontato ad Antonio Tarallo il legame speciale che la figlia aveva con la Madonna. Nel cuore della Serva di Dio non solo Medjugorje, ma anche la Grotta delle Tre Fontane a Roma dove la mamma la portava da piccola insieme alla sorella Elisa. Così nasce e si rafforza la sua devozione mariana. L’esempio di Maria le darà da adulta il sostegno necessario per vivere le gravidanze di Maria Grazia Letizia e Davide Giovanni, morti entrambi poco dopo il parto a causa di patologie incompatibili con la vita.

Chiara leggeva spesso le pagine del Vangelo che riguardano Maria

La ricordo in meditazione molto spesso sulle pagine del Vangelo che riguardano Maria. Così come poi continuerà a fare da adulta quando si presenteranno le due gravidanze: Maria doveva affrontare la perdita del Figlio; sapeva che doveva darlo al mondo, e quindi non le apparteneva.

(Maria con te)

Chiara Corbella Petrillo e la maternità: seguiva la via di Maria

Chiara in quei momenti di dolore e di prova conserva questo pensiero: seguire la via di Maria.

Visto che i suoi figli, poi, non sarebbero stati suoi, non poteva che seguire la via di Maria. (…) Era davvero per lei la sua Mamma del Cielo. Praticamente, aveva due mamme. Ascoltava molto, fin da bambina, la voce di Maria nel suo cuore. Quando sentiva l’ispirazione recitavamo il Santo Rosario assieme, anche quando magari non aveva finito i compiti.

(Ibidem)
Chiara-Corbella-petrillo-By-Cristian-Gennari-CG2_0254.jpg

Chiara disegnava spesso la Madonna

Non solo le preghiere, Chiara, appassionata di disegno (amava anche la musica, lo sport, i viaggi) ritraeva spesso la Madonna mano nella mano con lei:

(…) ricordo con dolcezza i magnifici disegni che faceva: vedeva Maria contornata da angeli oppure molte volte disegnava se stessa mano nella mano con la Madonna.

(Maria con te)

“Lei portava il Signore con slancio di cuore a chi incontrava”

Per mamma Anselma Chiara è ancora presente e vicina grazie anche alle tantissime testimonianze di persone che chiedono la sua intercessione e si ispirano a lei.

(…) e questo è di grande conforto per noi nell’accettare che Chiara non si qui su questa terra, ma sappiamo con certezza quanto bene continua a fare lì nel Cielo. Lei portava il Signore con slancio di cuore a chi incontrava(…)

(Ibidem)

Chiara prega per noi affinché impariamo, come facevi tu, a portare Cristo a tutti.

Il resto dell'articolo è riservato ai membri di Aleteia Plus

Sei già membro? Per favore, fai login qui

Gratis! - Senza alcun impegno
Puoi cancellarti in qualsiasi momento

Scopri tutti i vantaggi

Aucun engagement : vous pouvez résilier à tout moment

1.

Accesso illimitato a tutti i nuovi contenuti di Aleteia Plus

2.

Accesso esclusivo per pubblicare commenti

3.

Pubblicità limitata

4.

Accesso esclusivo alla nostra prestigiosa rassegna stampa internazionale

5.

Accedi al servizio "Lettera dal Vaticano"

6.

Accesso alla nostra rete di centinaia di monasteri che pregheranno per le tue intenzioni

Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Sostieni i media che promuovono i valori cristiani
Tags:
anniversariochiara corbelladevozione marianamamma
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni