Aleteia logoAleteia logoAleteia
domenica 22 Maggio |
Santa Rita da Cascia
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Il Papa: “Sono disposto a fare tutto” per fermare la guerra in Ucraina

VATICAN-MALTA-POPE-papal-plane-journalists-Malta

© Vatican Media

Ary Waldir Ramos Díaz - pubblicato il 04/04/22

“Non impariamo”; “siamo innamorati delle guerre, dello spirito di Caino”, dice il Papa nel volo di ritorno da Malta


“Sono disposto a fare tutto quello che si debba fare e la Santa Sede, soprattutto la parte diplomatica, il cardinale Parolin e monsignor Gallagher, stanno facendo di tutto, ma di tutto: non si può pubblicare tutto quello che fanno, per prudenza, per riservatezza, ma siamo al limite del lavoro”.

“Non impariamo. Che il Signore abbia pietà di noi, di tutti noi. Tutti siamo colpevoli!”, ha affermato Papa Francesco nel suo dialogo con i giornalisti sul volo di ritorno da Malta, il 3 aprile.

Dopo aver ricordato quello che lo ha colpito dell’accoglienza che gli è stata riservata, il Pontefice è tornato a parlare del conflitto in Ucraina, ribadendo che ogni guerra nasce da un’ingiustizia, lamentando la proliferazione di “armi” e “armi atomiche” e criticando la mancanza di memoria rispetto alle guerra del passato: “Settanta anni dopo abbiamo dimenticato tutto questo”.

“Siamo testardi”

“Siamo testardi come umanità. Siamo innamorati delle guerre, dello spirito di Caino. Non per caso, all’inizio della Bibbia c’è questo problema: lo spirito ‘cainista’ di uccidere invece dello spirito di pace”, ha dichiarato, confessando poi di aver pianto per i caduti delle guerre, soprattutto i giovani:

“Quando sono stato nel 2014 a Redipuglia e ho visto i nomi dei ragazzi, ho pianto. Davvero ho pianto per amarezza. Poi, uno o due anni dopo, per il giorno dei defunti sono andato a celebrare ad Anzio e ho visto i nomi dei ragazzi caduti lì. Tutti giovani, e anche lì ho pianto. Davvero. Bisogna piangere sulle tombe”.

“Quando c’è stata la commemorazione dello sbarco in Normandia, i capi di Governo si sono riuniti per commemorarlo. Ma non ricordo che qualcuno ha parlato dei 30 mila ragazzi giovani rimasti sulle spiagge. La gioventù non importa. Questo fa pensare a me. Sono addolorato. Non impariamo. Che il Signore abbia pietà di noi, di tutti noi. Tutti siamo colpevoli!”

VATICAN-MALTA-POPE-papal-plane-journalists-Malta

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
maltamigrazionipapa francescoucrainaviaggio papale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni