Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 06 Dicembre |
Beato Filippo Rinaldi
Aleteia logo
Cultura
separateurCreated with Sketch.

Secondo uno studio, i Vichinghi potrebbero essere stati i primi a portare il cristianesimo nel Nuovo Mondo

LANSE AUX MEADOWS

Shutterstock

Zelda Caldwell - pubblicato il 22/10/21

Un test sui frammenti di legno di un insediamento nel Newfoundland prova che i Vichinghi erano arrivati in Nordamerica già nel 1021

La datazione al radiocarbonio di alcuni artefatti di legno ritrovati nelle rovine di un insediamento nel Newfoundland prova che i Vichinghi erano in Nordmaerica già nel 1021.

La scoperta fa parte di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nature che offre prove del fatto che i Vichinghi sono stati i primi Europei ad arrivare nelle Americhe, ben 500 anni prima dell’arrivo di Cristoforo Colombo nel “Nuovo Mondo”.

Condotto dai ricercatori del Centre for Isotope Research dell’Università di Groninga (Olanda), il progetto di ricerca ha esaminato artefatti dell’unico sito Norse confermato delle Americhe, L’Anse aux Meadows, nel Newfoundland. 

Scoperto nel 1960, il sito consisteva in strutture in legno ricoperte di torba, che secondo i ricercatori avevano tutte le caratteristiche del design Norse. Da allora, i ricercatori hanno suggerito che i Vichinghi abbiano probabilmente abitato la zona verso la fine del primo millennio. Le nuove scoperte portano la data al 1021.

I ricercatori hanno usato tecniche al radiocarbonio su un tronco l’albero, un ramo e un blocco di legno trovati sul sito dell’insediamento Norse. Tutti e tre gli artefatti sono stati modificati con un oggetto di metallo, come un’ascia. Secondo lo studio, questi strumenti non venivano usati dagli abitanti della zona in quell’epoca.

Usando tecniche avanzate nella datazione al radiocarbonio, i ricercatori sono stati in grado di individuare l’anno in cui i pezzi di legno sono stati tagliati nel 1021. Lo studio degli artefatti di legno ha rilevato un aumento insolito di isotopi radioattivi. Questo aumento si è abbinato a un raro evento di radiazioni cosmiche che si sa che ha avuto luogo nell’anno 993. I ricercatori hanno poi contato semplicemente gli anelli nel legno per determinare che l’albero da cui sono stati tratti è stato tagliato nel 1021.

La prima chiesa nel Nuovo Mondo?

Ora che è stato stabilito che i Vichinghi sono stati i primi a raggiungere il Nuovo Mondo, potrebbero essere stati anche i primi a portarvi il cristianesimo? È possibile.

Chi visita L’Anse au Meadows National Historic Site vedrà ricostruzioni coperte di torba degli edifici vichinghi. Le strutture attuali scoperte nel 1960 sono state nuovamente seppellite per proteggerle dal deterioramento. Secondo l’UNESCO, cha ha dichiarato le rovine Patrimonio Modniale dell’Umanità nel 1978, le otto strutture in erba con sostegni in legno erano “tre abitazioni, una fucina e quattro laboratori”.

È possibile che uno di quegli edifici fungesse come chiesa, perché i Vichinghi che si erano che si recarono nel Nuovo Mondo all’epoca erano probabilmente cristiani. Poco prima dell’anno Mille, Leif Erickson salpò dalla Groenlandia alla volta della Norvegia, dove rimase per l’inverno in casa di re Olaf Tryggvason, cristiano. Erikson si convertì al cristianesimo, e poi riportò la sua fede agli abitanti della Groenlandia, che si convertirono anch’essi.

Poco dopo il suo ritorno in Groenlandia, Erikson e un equipaggio di 35 Vichinghi salparono per quello che oggi è il Canada settentrionale. Secondo le saghe islandesi, si insediarono in una zona che Erikson chiamò Vinland. Si crede che L’Anse aux Meadows sia l’insediamento noto come Straumfjord, menzionato nelle saghe di Vinland.

Tags:
america
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni