Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 03 Ottobre |
San Francesco Borgia
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

La ginnasta olimpica Simone Biles rivela il suo atteggiamento nei confronti dell’aborto

SIMONE BILES

Loic VENANCE | AFP

John Burger - pubblicato il 12/08/21 - aggiornato il 12/08/21

Gli attivisti pro-vita lamentano i commenti della giovane campionessa su Instagram

Simone Biles, la ginnasta olimpica descritta sui media cattolici come una “devota cattolica”, ha rivelato di essere a favore dell’aborto.

La Biles ha risposto a una persona che commentava sul suo account Instagram: “So che questo provocherà la discussione più grande e che potrò anche perdere dei followers, MA sono molto a favore della scelta”.

La ginnasta 24enne, che si è guadagnata delle lodi per la sua decisione di ritirarsi dalla squadra di ginnastica degli Stati Uniti ai Giochi Olimpici di Tokyo per motivi di salute mentale, ha ripetuto il motto “Il tuo corpo, la tua scelta”.

Simone Biles ha superato molte avversità nella vita, inclusi, a quanto sembra, momenti difficili per il fatto di essere cresciuta nel sistema delle adozioni e dopo gli abusi da parte dell’ex medico della squadra statunitense di ginnastica Larry Nassar.

Ai Giochi Olimpici 2016 di Rio de Janeiro ha vinto la medaglia d’oro individuale al corpo libero, alle parallele e al volteggio, di bronzo alla trave e l’oro come parte della squadra statunitense.

A Tokyo ha vinto il bronzo alla trave e l’argento con la squadra statunitense dopo aver lottato contro una perdita temporanea dell’equilibrio.

Sulla sua pubblicazione di Instagram, ha anticipato le persone che avrebbero argomentato che l’adozione è un’opzione migliore dell’aborto, dicendo che “Non è così facile”.

“Essendo stata nel sistema delle adozioni, credetemi quando dico che funziona male e che è difficile, soprattutto per i bambini e i giovani adulti”, ha dichirato.

Infanzia difficile

La Biles è nata il 14 marzo 1997 a Columbus, nell’Ohio, terza di quattro fratelli. La sua madre biologica, Shanon Biles, non poteva prendersi cura di Simone e degli altri figli, Adria, Ashley e Tevin, e quindi tutti e quattro sono entrati nel sistema delle adozioni.

Nel 2000, il nonno materno della Biles, Ron Biles, e la sua seconda moglie, Nellie Cayetano Biles, hanno iniziato a prendersi cura temporaneamente dei figli di Shanon nel sobborgo di Spring, in Texas, a nord di Houston, dopo essersi reso conto che i nipoti si trovavano in case di accoglienza.

Nel 2003, la coppia ha adottato ufficialmente Simone e sua sorella minore Adria. La sorella di Ron, Harriet, zia di Shanon, ha adottato i due figli maggiori.

  • 1
  • 2
Tags:
abortoatleta
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni