Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 23 Settembre |
San Maurizio
home iconSpiritualità
line break icon

Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il diavolo?

DEVIL, 2020, ADVERTISING

Ryan Reynolds | Youtube

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 03/08/21

Il diavolo conosce a fondo le nostre attitudini, le nostre propensioni, le nostre simpatie ed antipatie. L'arma più pericolosa che ha? L'eccitazione dei sensi. Eppure non è così imbattibile come sembra

Fin dove può spingersi il potere del diavolo? Dobbiamo realmente temerlo e come si manifesta nella vita di tutti i giorni? A queste domande rispondono in “Anghelosophia – vol. 2)(Tau editrice) gli studiosi Fausto Bizzarri e Marcello Stanzione.  Il libro è in pubblicazione dalla fine di agosto.

È certo che il diavolo, perdendo la grazia, cadendo dal Cielo, non ha perduto la sua potenza e le sue facoltà naturali. Solamente, dicono Bizzarri e Stanzione, lo stato di dannazione, di separazione irrevocabile con Dio, ha legato in qualche maniera sia la sua potenza, sia la sua penetrazione intellettiva.

Cosa non può fare il diavolo 

Quindi il diavolo non può arrivare a fare e percepire alcune cose e il suo potere è limitato. Ad esempio non intende niente dei misteri della grazia, che sono in opposizione radicale con lo spirito superbo e ribelle.

Mentre Gesù era sulla Terra, il diavolo non poteva cogliere in Lui il legame segretissimo che unisce la natura umana alla natura divina. Egli non vedeva in Lui che l’uomo; egli non poteva sapere con certezza ch’egli aveva a che fare col Figlio coeterno di Dio. 

Tale fu il comportamento del diavolo riguardo a Gesù mentre Egli era sulla Terra, tendendogli delle imboscate, esplorando il mistero nascosto nella Sua persona, attaccandolo, poi ritirandosi con una specie di strategia, infine sottoponendolo alla prova del dolore e della morte. 

Non sa quali sono gli eletti di Dio

Da tale egli si comporta, ovviamente in proporzioni diverse con ogni santo ed ogni eletto. Ma attenzione. Egli non penetrò il mistero della filiazione divina di Gesù ed egli non conosce il mistero di elezione e di predestinazione che è nascosto in Dio prima di tutti i secoli e che si realizza nel tempo. 

Egli non sa, non può sapere quali sono gli eletti di Dio. E urta forzatamente la volontà che Dio ha di salvarli: il diavolo corre incontro ad una sconfitta immancabile.

Non sa chi è stato di grazia

Egli, osservano Stanzione e Bizzarri in “Angelosophia – vol.2”, non sa inoltre perfettamente chi è in stato di grazia e chi non lo è. Egli non sa fin dove ha penetrato la delazione del peccato e ignora quello che accadde nella coscienza del penitente tra Dio e lui.

Non esageriamo dunque l’idea che possiamo avere del potere del diavolo. Tutto l’ordine soprannaturale gli è chiuso a doppia chiave. È l’orgoglio che acceca questa potenza formidabile e la rende capace di tutte le malvagità e di tutte le maldicenze.

Dove invece può penetrare il diavolo

Che rimane del potere del diavolo? Una penetrazione naturale, rispondono Stanzione e Bizzarri, contro la quale sarebbe molto temerario non mettersi in guardia.

Grazie a quella sottigliezza che gli permette di insinuarsi fino alle frontiere dell’anima e del corpo, e di esplorare le influenze e le reazioni che si scambiano queste due parti del nostro essere, il diavolo conosce a fondo le nostre attitudini, le nostre propensioni, le nostre simpatie ed antipatie, il difetto dominante, il punto debole, la strada da seguire per insinuarci un sentimento che ci padroneggerà ad un dato momento.

DEVIL

L’eccitazione dei sensi: l’arma più temibile

Egli può ugualmente infiammare l’immaginazione con le rappresentazioni più diverse, e suscitare le passioni con delle eccitazioni sensuali. Questa potenza è grandemente da temere. Occorre che Dio la tenga a briglia e ci sostenga interiormente con la sua grazia perché noi possiamo resistervi.

Impregnata di peccato, come dice San Paolo, la carne è sua alleata; il mondo, dove regna la triplice concupiscenza, è il suo proprio dominio (1 Gv.5,19). La sua azione tentatrice viene a rinforzare le seduzioni della carne e gli inganni del mondo.

Angeli cattivi e flagelli sulla Terra

Gli antichi vedevano nei flagelli la mano dei cattivi angeli. Testimone è Tertulliano nel passo seguente, la cui concisione e vigore sono incomparabili:

«Il loro scopo è il rovesciamento completo del genere umano. (…) Non si saprebbe dire fin dove si estende la malizia di questi Spiriti: Sfuggendo ai sensi ed alla vista, essi manifestano la loro presenza, non con la loro azione, ma per gli effetti che producono. Se un soffio deleterio si attacca agli alberi fruttiferi ed alle case, marcisce i germi, dissecca i fiori, impedisce la maturazione. Se l’aria si trova alterata senza ragione ed espande dei vapori pestilenziali, li si riconosce là. Da questa stessa influenza oscuramente corruttrice, essi pervertono l’anima dell’uomo, ed agitano con dei furori, con delle vergognose follie, con delle passioni crudeli, con degli errori senza numero. Essi sanno così bene prenderli e circonvenire, ch’essi si fanno offrire da lui dei sacrifici umani di cui si rifocillano con voluttà. Ma il loro pasto più delicato è di distogliere l’uomo con dei falsi prodigi dal pensiero del vero Dio».

Nulla arriva senza cause

Come si vede, Tertulliano aveva una grandiosa idea del potere del diavolo e dei suoi affiliati. Malattie, accidenti luttuosi, frenesia e follia, flagelli di ogni genere, filossera e peste, ovunque egli vedesse rotto l’equilibrio del mondo, vi supponeva la loro azione oscuramente corruttrice. 

Senza dubbio questi incidenti diversi possono non essere sempre realizzati dai demoni, ma possono anche esserlo, e questo basta. Nulla arriva senza causa, e la natura tutta da sola non spiega niente.

Tags:
diavolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il gender è una “ideologia diabolica”. Serve pastorale c...
5
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
6
MAN HOSPITALIZED,
Silvia Lucchetti
Colpito da ictus: la Madonna di Loreto mi ha salvato ed è venuta ...
7
FATIMA
Marta León
Entra nel Carmelo a 17 anni: “Mi getto tra le braccia di Dio”
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni