Aleteia logoAleteia logoAleteia
venerdì 03 Dicembre |
San Francesco Saverio
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

È morto l’ideatore della devozione a Nostra Signora dei Reni, il piccolo Daniel

Daniel Neves e Nossa Senhora dos Rins

Daniel Neves / Plataforma VOAA.me (Divulgação)

Francisco Vêneto - pubblicato il 05/07/21 - aggiornato il 05/07/21

Il 13enne che dipingeva quadri a tema cattolico per finanziare il suo trapianto di reni era ricoverato per Covid-19

Ideatore della devozione a Nostra Signora dei Reni, Daniel Neves, 13 anni, è partito verso l’Abbraccio Eterno del Padre e della Vergine che tanto amava.

La toccante storia del coraggioso e dolce guerriero ha iniziato a ripercuotersi sulle reti sociali grazie al suo talento e al suo carisma. In fila d’attesa per un trapianto di reni, e vista la necessità di finanziare l’alto costo del trattamento e della quotidianità in casa, Daniel ha iniziato a lottare: per raccogliere i fondi di cui avevano bisogno lui e sua madre Cleide, l’artista adolescente ha iniziato a dipingere quadri di ispirazione cattolica, soprattutto della Madonna.

Daniel ha perfino creato un nuovo “titolo” per la Santissima Vergine: Nostra Signora dei Reni!

Anziché autocommiserarsi ha lottato

Quando aveva 8 mesi, al piccolo sono stati diagnosticati reni policistici, fibrosi epatica e disfunzioni alla milza, che col tempo si sono aggravati. Daniel abitava a Salvador, Bahia (Brasile), ma ogni 3 mesi doveva andare insieme alla mamma a San Paolo. Il Governo finanziava il viaggio di andata e ritorno, ma la famiglia doveva sostenere i costi degli spostamenti tra gli ospedali a San Paolo e del vitto durante la permanenza in città.

Per via della necessità di dedicarsi a curare Daniel, Cleide non poteva lavorare. Madre e figlio vivevano di un sussidio concesso a Daniel e della piccola somma pagata dal padre del bambino. Il Governo non copriva il costo dei tanti farmaci di cui il piccolo aveva bisogno.

Anziché autocommiserarsi, Daniel ha deciso di mettere a frutto il suo talento artistico.

View this post on Instagram

A post shared by Daniel (@danielxneves)

La vendita dei suoi quadri non generava entrate sufficienti per coprire tutti i costi del trattamento.Per questo, Daniel ha fatto ricorso alla piattaforma VOAA, dedicata ai finanziamenti collettivi. Nella sua presentazione ha detto:

“Ciao, sono Daniel, ho 13 anni e una malattia piuttosto grave. Ho imparato a dipingere nel periodo che ho trascorso in ospedale, ma quello che ottengo vendendo le mie tele non è sufficiente per pagare il trattamento. Ho davvero bisogno di aiuto”.

  • 1
  • 2
Tags:
bambinomalattiamortequadrovergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni