Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 24 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

Il mese di Sant’Ignazio di Loyola e altri santi fondatori

Bro. Jeffrey Pioquinto, S.J. | CC BY 2.0

Salvador Aragonés - pubblicato il 04/07/21

Santa Felicita e i suoi sette figli, martiri (II secolo)

All’epoca dell’imperatore Antonino, venne arrestata insieme ai suoi figli Felice, Filippo, Vitale, Marziale, Alessandro, Silvano e Gennaro, accusati ingiustamente di aver insultato gli dèi pagani. Furono incarcerati, e passando per il tribunale venne chiesto a ciascuno di loro di adorare gli dèi pagani. I figli rifiutarono a uno a uno, rimasero saldi nella fede e subirono il martirio. Quattro mesi dopo toccò alla madre Felicita, anche lei martirizzata.

11 luglio: San Benedetto da Norcia, fondatore (480-547)

Dopo essersi dedicato allo studio della filosofia e della retorica, si ritirò per vivere in modo austero e ascetico. A 20 anni si ritirò sul monte Subiaco, vivendo in una grotta. Creò una comunità di monaci che conducevano una vita rigorosa. Fondò poi il primo monastero sul monte Cassino nel 529, e lì scrisse la sua Regola, diffusa in tutto il mondo, motivo per il quale è stato proclamato patriarca del monachesimo occidentale. La sua vita si basò sul lavoro e sulla preghiera, e a volte andava nei villaggi con i suoi monaci a predicare. Era gemello di Santa Scolastica, che morì qualche giorno prima di lui. Fu un grande esorcista, ed è patrono d’Europa.

12 luglio: San Giovanni Gualberto, fondatore (985-1073)

Nacque a Firenze in una famiglia molto agiata. Suo fratello venne assassinato. Un Venerdì Santo Giovanni camminava con dei suoi amici militari, e in un vicolo incontrò l’assassino di suo fratello. Era disposto a ucciderlo, ma l’uomo si inginocchiò con le braccia in croce e gli chiese perdono: “Giovanni”, gli disse, “oggi è Venerdì Santo. Per Cristo che è morto per noi sulla croce, risparmiami la vita”. Giovanni lo perdonò e lo abbracciò. Lasciò i suoi titoli e le armi e andò al convento dei Benedettini. Lì vide come si praticava la simonia, comprando e vendendo titoli ecclesiastici. Abbandonò il convento e andò a Vallombrosa per vivere la Regola di San Benedetto come l’aveva vissuta il santo. Si circondò di monaci e fondò molti monasteri, convertendo tanti uomini che abbandonarono vizi e vita dissoluta.

13 luglio: Sant’Enrico, imperatore (972-1024)

Nipote di Carlo Magno, fu un grande apostolo della pace. Figlio dei duchi di Baviera, promosse le opere del Papa e collaborò con i monaci di Cluny. Si dedicò alle lettere in un periodo oscuro per la Chiesa per via della corruzione e della vendita di titoli ecclesiastici. Successe a Ottone III come imperatore del Sacro Romano Impero Germanico. Governò più col perdono che con il castigo, e preferì il bene dei suoi sudditi al proprio.

Santa Teresa de Jesús de los Andes (1900-1920)

TERESA DE LOS ANDES

Prima santa cilena, la religiosa e Carmelitana scalza nacque in una famiglia ricca di Santiago del Cile. A 14 anni decise di consacrarsi come religiosa carmelitana, e a 18 entrò nel monastero dello Spirito Santo delle Carmelitane Scalze de los Andes. Dopo un anno in convento, morì di tifo e difterite. Sapeva che sarebbe morta giovane, e lo accettò con gioia, serenità e fiducia. Soffrì per non poche tribolazioni interiori e anche per dolori molto forti provocati dalla malattia. Undici mesi furono sufficienti per consumare la sua vita totalmente unita a Cristo.

14 luglio: San Camillo de Lellis, fondatore e patrono dei malati (1550-1614)

CAMILLE LELLIS

Nato in Italia, suo padre era militare nell’esercito spagnolo. Si preparava per fare il soldato quando, già orfano di madre, perse anche il padre. Un’ulcera purulenta alla caviglia lo costrinse ad andare all’ospedale di San Giacomo degli Incurabili a Roma, dove constatò lo stato di abbandono in cui versavano i malati. Venne accolto dai Cappuccini di San Giovanni Rotondo e la sua piaga si estese alla gamba. Studiò e si ordinò come sacerdote. Con un gruppo di amici si dedicò ai malati e fondò l’ordine religioso chiamato dei Camilliani, dediti agli ospedali.

15 luglio: San Bonaventura, vescovo e dottore della Chiesa (1221-1274)

È chiamato “Dottore Serafico” per la sua saggezza e l’abito francescano. Si chiamava Bonaventura perché da bambino era malato e sua madre lo aveva portato da San Francesco, che lo aveva guarito e gli aveva detto “Buona ventura!” È uno dei grandi saggi della Chiesa, contemporaneo del domenicano San Tommaso d’Aquino. Fu Superiore Generale dei Francescani e venne creato cardinale. Un giorno fra’ Gil, uno dei fratelli laici più umili, gli chiese: “Padre Bonaventura, un povero ignorante come me potrà mai un giorno essere vicino a Dio come Sua Eccellenza, che è così estremamente saggio?” Il grande saggio rispose: “Mio caro fra’ Gil, se una povera vecchietta ignorante ha più amore per Dio di fra’ Bonaventura, sarà più vicina a Dio nell’eternità rispetto a San Bonaventura”.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Tags:
santi e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni