Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 18 Settembre |
San Giuseppe da Copertino
home iconStorie
line break icon

“La mano di Dio”, un gesto che consola i malati di Covid isolati

GLOVE

Facebook | Lidiane Melo

Pablo Cesio - pubblicato il 09/04/21

Una tecnica semplice, carica di tenerezza, ideata da un'infermiera brasiliana e diventata virale tra l'angoscia e il numero record di morti nel Paese sudamericano

“La sua mano era freddissima. L’ho avvolto nel cotone ortopedico e nelle bende, una pratica prevista in infermeria, ma non ha funzionato. La circolazione non migliorava. Ho pensato di bagnargli la mano con acqua tiepida, ma non era una buona idea per il rischio di contaminazione. Ci ho pensato un po’ e poi ho messo l’acqua tiepida nei guanti chirugici, e glieli ho avvolti intorno alla mano”.

Così ricorda l’origine di un’iniziativa particolare parlando conGlobo l’infermiera Lidiane Melo, di 36 anni. Le sue parole fanno riferimento a una tecnica ideata nel 2020 in Brasile di fronte alle difficoltà per misurare la saturazione dell’ossigeno di un paziente ricoverato per coronavirus nell’unità di terapia intensiva di un ospedale del Paese.

Secondo la cronaca, in quel momento la somministrazione del sangue nei tessuti del corpo del paziente è migliorata, ed è stato possibile misurare la saturazione dell’ossigeno e offrire il trattamento necessario. Anche se questa storia ha più di un anno, a metà marzo l’infermiera ha trovato una foto nel suo cellulare e ha deciso di pubblicarla sulle reti sociali. Il risultato è stata la rapida viralizzazione di un gesto che consola i pazienti che soffrono in solitudine in un letto d’ospedale a causa del coronavirus.

LIDIANE MELO

La mano di Dio”

Il nome con cui ha iniziato subito ad essere noto quanto fatto da Lidiane non avrebbe potuto essere più appropriato: “la mano di Dio”, che calma e riempie di consolazione, come ha confermato con un altro paziente che ha assistito in un altro centro ospedaliero.

In questo caso si trattava di una signora che aveva bisogno di essere intubata.

  • 1
  • 2
Tags:
brasilecovidinfermieri

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
3
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Paola Belletti
Tre suicidi tra i giovanissimi il 1°giorno di scuola
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni