Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 27 Giugno |
San Cirillo di Alessandria
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Perché Gesù non ha risuscitato San Giuseppe ma ha risuscitato altri defunti?

la sainte famille

© meunierd - shutterstock

Arcidiocesi di San Paolo - pubblicato il 11/03/21

“Sia Lazzaro che gli altri risuscitati da Gesù sono morti di nuovo”

Perché Gesù non ha risuscitato San Giuseppe ma ha risuscitato altri defunti? Paulo de Moraes, un lettore di San Paolo (Brasile), ha inviato questa domanda interessante a padre Cido Pereira, che ha una rubrica di domande e risposte sulla rivista O São Paulo, dell’arcidiocesi della città.

Ecco cos’ha risposto padre Cido:

“Paolo, la resurrezione di Lazzaro, la resurrezione del figlio della vedova di Nain, la resurrezione della figlia del soldato romano sono stati solo segni, gesti di Gesù, per mostrare a tutti i presenti che Lui, Gesù, è la resurrezione e la vita, e che chi crede in Lui, anche se è già morto, vivrà. Gesù stesso lo ha detto a Marta e a Maria, ricorda?”

Il sacerdote ha poi proseguito:

“I miracoli di risuscitare i morti realizzati da Gesù, come tutti gli altri miracoli, erano un modo didattico per far capire che Egli voleva essere Dio con noi per mostrarci la via del Padre partendo dalla nostra realtà. È a tal punto vero, caro fratello, che sia Lazzaro che gli altri risuscitati da Gesù sono morti di nuovo. Attraverso di loro, si è manifestato il potere di Gesù, che ha trasmesso la certezza che come Lui sarebbe risorto dopo tre giorni, alla fine dei tempi si verificherà anche la nostra resurrezione, una resurrezione definitiva, con la piena vittoria sulla morte”.

Circa la resurrezione definitiva, il sacerdote ha spiegato:

“Questa resurrezione finale, definitiva, con la vittoria totale sulla morte, è avvenuta con Gesù, e la Chiesa afferma e insegna che è già stata anticipata in Maria, Sua madre. La sua domanda è buona, Paulo, perché ci permette di comprendere quello che afferma San Paolo sulla resurrezione finale, che proclamiamo nel Credo. San Paolo dice che se non esiste resurrezione siamo in una ben triste situazione. Come Gesù ha garantito, la nostra speranza diventa però certezza”.

Tags:
resurrezionesan giuseppe
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni