Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 27 Febbraio |
San Gabriele dell'Addolorata
home iconFor Her
line break icon

Solo arte sacra? No, l’icona è Dio che vuole arrivare a noi

ICON, MARY, JESUS

Philippe Lissac | GoDong

Mogli e mamme per vocazione - pubblicato il 12/02/21

L'icona non è solo un quadro dal soggetto religioso, è un "luogo" in cui chi è rappresentato è misteriosamente presente: è una finestra per affacciarsi nell'eternità di Dio.

Di Fabia Barbirato

Che cos’è un’Icona?

Penso che tutti, se ci viene rivolta questa domanda, sappiamo più o meno rispondere, soprattutto grazie al fatto che negli ultimi anni, anche qui in Occidente è cresciuto l’interesse e il diffondersi di queste immagini sacre tra collezionisti, storici e appassionati.

Ma sappiamo rispondere esattamente? Perchè se si vuole avere una giusta conoscenza delle Icone, bisogna per prima cosa eliminare alcuni errori di valutazione che quasi tutti facciamo, forse dovuti alla nostra impostazione culturale.


POPE PRAYING VIRGIN

Leggi anche:
Un’icona può aiutare a pregare? Alcuni spunti per vivere al meglio questo gesto

La prima risposta che di solito diamo è: Sono Russe, viene infatti quasi meccanico a tutti, associare le Icone alle terre dell’Est, pensando che siano un patrimonio esclusivo della Chiesa d’Oriente, e che non abbiano quasi nulla a che fare con la cultura cristiana occidentale.

In realtà quando le Icone nascono, attorno al V secolo, la Chiesa è più unita che mai e la Russia, che si convertì soltanto attorno all’anno Mille, fu l’ultima a ricevere l’influenza dell’arte Bizantina, che nel frattempo per quasi cinque secoli, si era già diffusa in tutto il mondo cristiano, dall’Occidente all’Oriente, fino alla Siria e all’Egitto.

Pochi sanno che le Icone più antiche e più belle sono state eseguite in Italia e che qui sono ancora conservate. Come del resto tutta la nostra arte medioevale (Giotto, Cimabue, Duccio di Boninsegna) è saldamente legata al linguaggio e alla simbologia dell’Icona.

Solo quadri sacri?

Un altro errore diffuso è pensare che le Icone sono semplici quadri a soggetto sacro, immagini devozionali, che esponiamo per testimoniare la nostra fede.
Quadri (eh sì ..diciamocelo tra noi..) un po’ bruttini e che spesso non capiamo, ma niente di più.

IKONA MATKI BOŻEJ NIEUSTAJĄCEJ POMOCY
Adam Jan Figiel | Shutterstock

Invece, in realtà nelle Icone c’è di più, eccome!
Perché per l’icona essere arte è marginale, essere un’immagine è solo una funzione, un mezzo, per arrivare ad altro, per arrivare a Dio. O forse l’opposto: è un mezzo che Dio usa per arrivare a noi.

Perché nell’Icona Dio c’è Nell’Icona Dio è.

Per tradizione della Chiesa, l’Icona è un “Sacramentale partecipe della sostanza divina”, è il luogo in cui Dio è presente e in cui possiamo incontrarlo.

Un’Icona non è un’immagine di Dio, ma è Dio stesso che si mostra a noi.

Presenze benefiche e autorevoli

È con il Concilio di Nicea del 787 che la Chiesa definisce questa coincidenza, dell’immagine con la presenza stessa del Divino, affermando che a fondamento delle Icone c’è l’Incarnazione stessa del Figlio di Dio.

E così l’Icona diventa miracolo, teofania, apparizione, diventa Tempio, cioè luogo in cui chi è rappresentato è misteriosamente presente. La Russia (qui sì che ne ha il merito) vive questa coincidenza, questo carisma in un modo naturale e pieno, e le Icone sono viste come presenze benefiche e autorevoli, partecipi della vita umana, ci sono perciò Icone che fanno miracoli, che proteggono le partorienti, i pellegrini e i malati, altre che venivano poste a protezione sulle porte della città o in testa agli eserciti.


SAINT JOSEPH, ICON

Leggi anche:
Pregare davanti all’icona di San Giuseppe, ci proviamo in famiglia?

In ogni casa russa c’è sempre un piccolo santuario domestico detto “angolo bello” in cui sono esposte le Icone protettrici della famiglia e per tradizione, è a loro che gli ospiti rivolgono il saluto, prima ancora che agli abitanti della casa.

E allora che cos’è un’Icona?

È un canale privilegiato di grazia, una finestra sull’eternità alla quale Dio ci concede di affacciarci, per ricordarci che anche noi siamo Icona di Dio e che diventare come Lui è il nostro destino.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA MOGLI E MAMME PER VOCAZIONE

Tags:
iconepregare
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
4
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
CAIN AND WIFE
Francisco Vêneto
Con chi si è sposato Caino, se Adamo ed Eva avevano solo figli ma...
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni