Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Aleteia logo
home iconFor Her
line break icon

Lo sapevi che la parola desiderio deriva da stelle?

PERSEIDS

Shutterstock

Chiara Bertoglio - pubblicato il 07/01/21

Mi ha sempre affascinato che la parola "desiderio" venga da sidera, le stelle. I Magi sono esseri umani che sanno "perdere tempo" a scrutare e contemplare, a studiare e a incantarsi davanti al firmamento. Coltivano nel loro cuore il "de-siderio". E la stella che seguono li porta a Betlemme.

Mi ha sempre affascinato che la parola “desiderio” venga da sidera, le stelle. C’è qualcosa di incantevole nel firmamento stellato, di cui tutti coloro che vivono nelle nostre grandi città tristemente si privano. E c’è anche un richiamo profondo nel cielo punteggiato di gemme luminose, qualcosa di infinitamente Altro ma che sentiamo anche realmente vicino; un po’ come se quelle stelle lontane fossero un po’ anche nostre, o noi fossimo un po’ anche loro.

Forse da sentimenti come questi nacque il sentimento religioso; l’incanto dell’uomo che si stupisce della bellezza e dell’immensità del creato, si sente parte di qualcosa di stupendo e sa che tutto questo non può venire da lui. “Fratelli, sopra le stelle deve abitare un caro Padre”, dice Schiller nell’Inno alla gioia, rivestito di musica meravigliosa da Beethoven.

I Magi sono esseri umani che sanno “perdere tempo” a scrutare e contemplare, a studiare e a incantarsi davanti al firmamento. Coltivano nel loro cuore il “de-siderio”; non appiattiscono la loro vita sulla terra, ma sanno cercare la bellezza in quel sentimento inesprimibile di nostalgia, ricerca, struggimento e meraviglia. E così sanno vedere qualcosa di diverso, un “segno” in quel firmamento, qualcosa di diverso e di cui intuiscono che ha un significato.


COMET

Leggi anche:
Signore, dammi la grazia di essere una stella cometa

Se le stelle dicevano loro che non tutto si esaurisce nella realtà della terra che conosciamo, quel segno nel firmamento viene da loro interpretato proprio come un “segno”, un’icona che rimanda a qualcos’altro. E la stella che seguono nel suo cammino li porta a Betlemme.

E qui entra in gioco la fede. Perché è relativamente facile intuire la trascendenza e il mistero in un segno nel firmamento; molto meno facile vederli in qualcosa di tanto ordinario e tanto semplice come un neonato. Verrebbe da adorare il segno celeste, la stella meravigliosa; e invece quello è un segno, e colui che essa indica è la creatura più piccola, fragile e “normale” che conosciamo. Non c’è essere umano che non sia stato bambino, mentre non c’è essere umano che sia stato stella. E invece quel bambino è il creatore delle stelle.

“Se tu squarciassi i cieli e scendessi”, sospira un versetto della Bibbia. E questo è accaduto; e anche la stella più luminosa e incantevole del firmamento rende omaggio al Dio che sorride in braccio alla sua Mamma.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA CHIARA BERTOGLIO

Tags:
re magistella
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
4
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni