Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 16 Giugno |
Beato Clemente Vismara
home iconFor Her
line break icon

Non si litiga per i figli, ma per tensioni che sono già nella coppia

Di fizkes|Shutterstock

Semprenews - pubblicato il 11/12/20

Non è mai giusto litigare "sui" figli, scaricando cioè su di loro un peso tanto grande. Spesso i figli e le cose che li riguardano diventano il terreno in cui esprimiamo conflitti preesistenti nella nostra coppia.

Di Marco Scarmagnani
Buongiorno dottore, siamo sposati da 10 anni e abbiamo due figli, un maschio e una femmina di 9 e 7 anni. La nostra famigliola era relativamente felice fino a quando i ragazzi hanno cominciato ad andare a scuola. Da allora è stata un’angoscia totale. Tutti i pomeriggi e i weekend sono passati a fare compiti e mi chiedo se è così alle elementari che cosa sarà quando faranno le superiori. Praticamente mia moglie è sempre a far compiti con loro e secondo me li soffoca. Litighiamo spesso per i figli. Non dico di fregarsene ma secondo me a volte dovremmo pur vivere. Poi secondo me se si arrangiano imparano meglio. Comunque il problema è che spesso ci vedono litigare. Consigli? Mario, Firenze

Caro Mario,
mi chiedi dei consigli per litigare e te li fornisco subito. Sono tre e in estrema sintesi si esprimono così:

  • Non vincere
  • Definire un confine
  • Tagliare corto

Capisco che elencati in modo così stringato sono incomprensibili, ma se ti interessa approfondire li trovi nel libro 3 regole per litigare.
Tuttavia il tuo breve messaggio ci permette di spendere qualche parola su questo “litigare per i figli”. Spesso i genitori si stupiscono quando non metto i figli tra i motivi per cui le coppie litigano. Perché? Perché penso che non si litiga “per i figli” ma che sia più corretto dire che a volte i figli diventano il terreno su cui si esprimono conflitti preesistenti.




Leggi anche:
Come mio marito ed io abbiamo imparato a litigare bene

Non schiacciate i figli con le vostre litigate

Non è solo un vezzo linguistico, ma un concetto da interiorizzare. Anche perché tutte le volte che i figli sentono o anche solo percepiscono che i genitori litigano “per loro” sono schiacciati da un peso insopportabile, che non è giusto che portino. Quando addirittura i genitori dicono che è “colpa” loro il turbamento che prova il figlio è straziante.
Prendiamo il vostro esempio: voi siete convinti di litigare per i compiti, ma in realtà state esprimendo una divergenza già preesistente in voi, magari sul tema della dipendenza e dell’autonomia. Vedrete che se litigate per questo motivo troverete in voi dei conflitti simili, che magari partono dal fidanzamento.

Il conflitto è già in voi, i figli sono solo una scusa

Magari lei è da sempre più propensa a legami di dipendenza e tu invece vuoi che nei rapporti si sviluppi l’autonomia. Magari già da fidanzati tu volevi i tuoi spazi e lei voleva vederti sempre. Magari quando vi siete sposati lei voleva vivere accanto ai sui genitori perché “no la casa” e tu invece volevi pagarti un mutuo con sacrificio.
È importante che avvenga questa deviazione di significato tutte le volte che sembra che i figli siano la causa (o abbiano la colpa!) dei conflitti.


FIGHTING

Leggi anche:
Consigli per coppie felici #10 Forza, litighiamo!

Prendetevi le vostre responsabilità

Questo vi aiuterà aprendervi maggiormente la responsabilità di quello che sta succedendo, e così sarà più facile prendere in considerazione delle strategie di negoziazione, perché in fondo sia aiutare che rendere autonomi sono posizioni sensate in una famiglia.
Allora, ricordate bene, non dite più che si litiga “per” i figli, ma piuttosto che si litiga “sui” figli. Così sarà più chiaro il peso che state dando loro, e sarete più solleciti a toglierlo.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA SEMPRENEWS

Tags:
coppiafiglilitigare
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
6
POWELL BROTHERS
Sarah Robsdotter
Il video di un bambino che canta al fratellino Down diventa viral...
7
Aleteia
Chi sorride così al momento della morte?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni