Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconArte e Viaggi
line break icon

L'ospedale in cui hanno lavorato 33 medici diventati santi (FOTO)

INCURABILI

Fiore Silvestro Barbato-(CC BY-SA 2.0)

Maria Paola Daud - pubblicato il 08/11/20

L'Ospedale degli Incurabili di Napoli è considerato l'unico al mondo in funzione da oltre 500 anni

L’Ospedale degli Incurabili è uno dei tanti tesori di Napoli. Questo gioiello artistico ha garantito sostegno, sollievo e speranza a chi veniva colpito da malattie gravi o difficili da curare.

L’ospedale è situato nel punto più alto della città vecchia, dove i Greci costruirono le muraglie per difendere la città.

Il luogo si trasformò in un complesso medico che da oltre 500 anni è un punto di riferimento per il Sud Italia e l’Europa intera.

Origini e caratteristiche dell’ospedale

La fondazione dell’Ospedale degli Incurabili è avvenuta ad opera della nobile catalana Maria Lorenza Longo, che si dedicò per molti anni alle opere di carità e che oggi è beata.

Il complesso di stile rinascimentale include, ad esempio, la chiesa di Santa Maria del Popolo, l’oratorio della Compagnia dei Bianchi della Giustizia, l’Ospedale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, il convento di Santa Maria della Consolazione, la chiesa di Santa Maria di Gerusalemme e il chiostro delle Trentatré.

Una grande scala porta a un edificio che fa parte del complesso architettonico del XVI secolo. Si tratta della sede del monastero delle “Convertite” o “Pentite”, riferimento alle prostitute convertite da Maria Lorenza Longo.

Il complesso ha anche un museo in cui sono esibiti strumenti medici e chirurgici antichi.

Il gioiello artistico insuperabile del complesso, opera del Barocco del XVIII secolo, è la sua famosa farmacia, che conta varie opere d’arte.


VITIGUDINO

Leggi anche:
Prima brillante medico, poi suora: la bella storia di Maria Chiara

Medici e santi

Il complesso ospedaliero è l’unico al mondo in funzione da più di 500 anni. È anche l’unico ospedale in cui hanno lavorato 33 medici poi canonizzati. Per questo, è noto anche come Ospedale dei Santi.

Tra gli altri, vi hanno lavorato San Luigi Gonzaga, San Gaetano da Thiene, Sant’Alfonso Maria deì Liguori e San Camillo de Lellis. Nelle strutture dell’ospedale, questi medici santi hanno alleviato dolori, salvato vite e curato malattie ritenute incurabili.

Scorrete la galleria fotografica per vedere com’è questo luogo!

Tags:
napoliospedalesanti e beati
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni