Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 29 Ottobre |
Santi Simone e Giuda
home iconFor Her
line break icon

Chiara Luce Badano e la grazia di andare lieti incontro allo sposo

CHIARA LUCE BADANO

Don Antonello Iapicca - pubblicato il 07/10/20

Così è morta Chiara. Avendo preparato tutto: il funerale, l'abito, persino l'umore della sua mamma. Disponendo di sè fino all'ultimo istante e donandosi senza risparmio. Perché è questo che fanno i cristiani, è così che si diventa santi: essendo liberi di donare la propria vita per amore, fino in fondo, nella speranza certa di andare incontro alla Misericordia di Dio.

Chiara Luce parte per il Cielo il 7 ottobre 1990.
Aveva pensato a tutto: ai canti per il suo funerale, ai fiori, alla pettinatura, al vestito, che aveva desiderato bianco, da sposa… Con una raccomandazione: “Mamma, mentre mi prepari dovrai sempre ripetere: ora Chiara Luce vede Gesù”.
Al papà che le aveva chiesto se era sempre disponibile a donare le cornee aveva risposto con un sorriso luminosissimo.
Poi un ultimo saluto alla mamma: “Ciao, sii felice perché io lo sono” e un sorriso al papà. E’ il giorno della Beata Vergine del Rosario.
(Tratto dalla Positio Super Vita, Virtutibus et Fama Sanctitatis – Cap. II. L’apparato teologale e il suo culto – curata dalla Postulazione p. 37).
Questi sono i frutti della fede. Forse, attraverso questo tempo di virus e paura, il Signore ci sta rivelando l’inconsistenza della nostra fede di fronte alla morte, unica questione decisiva della vita. Se così fosse oggi è un giorno favorevole: possiamo chiedere a Dio, attraverso la beata Chiara Luce, la Grazia di guardare alla morte, anche a quella interiore che ci attende ogni giorno, con la gioia e la pace con l’ha guardata lei, per prepararci ad essa come alle nostre nozze con Gesù. E pregare ogni giorno il rosario implorando la Vergine Maria di donarci la fede e farci crescere in essa. Nascondiamoci nel grembo di Maria, che sono le viscere di misericordia della Chiesa, per partecipare alle liturgie ed esservi nutriti con la Parola e i sacramenti; sperimenteremo, proprio in questo tempo, una gioia e una pace inimmaginabili.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
santi e beati
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
CEMETERY
Gelsomino Del Guercio
Indulgenze plenarie per i defunti: come otten...
PRAYER
Philip Kosloski
Resistete alla “tristezza del diavolo” con qu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
VITIGUDINO
Gelsomino Del Guercio
Prima brillante medico, poi suora: la bella s...
HEAVEN
Philip Kosloski
Preghiera perché un defunto raggiunga la gioi...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni