Aleteia
martedì 27 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Spiritualità

Le figlie spirituali di Padre Pio: così ci ha soccorso l'angelo custode

Shuttlestock / Common Wikipedia

don Marcello Stanzione - pubblicato il 11/08/20

Testimonianze di piccoli e grandi interventi del proprio spirito celeste, a cui il santo di Pietrelcina aveva insegnato a rivolgersi, rispettare e pregare con devozione

Per tutta la sua lunga esistenza sacerdotale, padre Pio da Pietrelcina ha educato e formato i suoi figli spirituali ad avere grande stima, tenera venerazione e profondo rispetto per la presenza dell’angelo custode accanto a ciascuno di essi, unite ad un’incondizionata fiducia nel suo celestiale aiuto per essere aiutati in qualunque circostanza di bisogno essi si trovassero.

Lucia: il Padre non voleva che dicessimo una sola bugia

Afferma Lucia Pennelli, figlia spirituale: «Il padre, lo sappiamo tutti, non voleva che dicessimo una sola bugia neanche per scherzo o per una cosa da poco conto. Io, per mantenere l’impegno che prendevo nella confessione, ho cominciato a chiedere l’aiuto all’angelo custode. Quando mi trovavo in difficoltà, perché mi chiedevano qualcosa a cui non sapevo o non potevo rispondere, senza cadere in una bugia, mi raccomandavo a lui. E succedeva sempre qualcosa per cui la risposta veniva differita».

PIO
operapadrepio.it

La minestra di ceci

Un’altra figlia spirituale, Enedina Mori, racconta: «Trovandomi in difficoltà nel prestare servizio alla pensione Villa Pia, ne parlai al Padre che mi disse: “Vai dal conte Telfener, ti aspettano a braccia aperte”. Là dovetti fare anche da mangiare. I primi giorni la signora mi chiese di preparare una minestra di ceci. Ignorando che bisognava metterli a mollo la sera precedente, cominciai a prepararli solo a tardi mattinata. Quando si stava approssimando l’ora del pranzo, scoprii la pentola ed assaggiati i ceci per verificare lo stato di cottura: erano dei sassolini. Allora dissi all’angelo custode: “Va da padre Pio, e dì che mi aiutasse“».

Intanto, prosegue Enedina, «manifestai la mia preoccupazione al conte, prima che arrivasse la signora Rina. La quale giunse e si mise a tavola, chiedendo di servire la minestra. Io tremavo. Quando l’assaggiò, disse: “Come sono teneri questi ceci!”. Il conte mi disse sottovoce: “Hai visto che l’angelo custode ti ha fatto il servizio?”. Andai in cucina ed assaggiai anch’io quei ceci: erano come palline di burro».

Flickr.com/ Creative Commons/ © francesca66 - Francesca Degli Angeli

“E’ andato il muratore?”

Ancora Enedina Mori racconta: «Avevo la necessità di un lavoro da farsi a casa con una certa urgenza e ne parlai col muratore, che mi disse che sarebbe stato da me immancabilmente nel pomeriggio. Rimasi in attesa fin dalle 14,00; ma non venne. Io verso le 15,00 ero solita salire al convento per pregare ed essere poi presente alla benedizione eucaristica che il Padre impartiva ai fedeli dopo il rosario e la recita della Visita a Gesù Sacramentato ed alla Madonna. Non vedendolo arrivare, dissi: “Angelo custode, io non posso più tardare. Vai dal padre e dì che facesse venire il muratore”. Mi avviai. Entrata in chiesa, presi il mio posto, pregai col padre, ricevetti la benedizione. Al termine della benedizione incontro il colonnello Savoldi che mi dice: “Senti Dina, questo pomeriggio, Il Padre durante la mia confessione mi è sembrato un po’ strano”. “Perché?”, chiedo. “Mentre io parlavo, lui si è girato dall’altra parte ed ha detto: “E’ andato il muratore?”: Io allora: “Padre, avete bisogno di un muratore? Ve lo vado a cercare io”. E padre Pio: “Zitto tu, pensa a confessarti”, mi ha risposto. Io ho continuato la mia confessione, dopo di che mi ha dato l’assoluzione. Ma ci ho capito poco nelle parole che mi ha detto”. Io non risposi nulla, ma mi affrettai in fretta verso casa, dove trovai il muratore che stava eseguendo il lavoro».

Eppure a volte, anche senza essere invocato, l’angelo custode interviene per rimediare ai nostri errori.




Leggi anche:
Padre Pio e i ceffoni al seminarista: il tuo angelo custode è lì, ti guarda


PADRE PIO

Leggi anche:
La preghiera quotidiana di padre Pio al suo angelo custode




Leggi anche:
Se non credo all’angelo custode, avrò lo stesso la sua protezione?


Invocare il proprio angelo: una pratica che ci fa sentire protetti.

Leggi anche:
“L’angelo custode mi ha protetto in una situazione di pericolo”

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
angelipadre pio
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Preghiera a Carlo Acutis con richiesta di una...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Padre Fortea exorcista
Francisco Vêneto
Il demonio e le chiese date alle fiamme: per ...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Mirko Testa
Quali lingue parlava Gesù?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni