Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Ottobre |
Santi Luciano e Marciano
Aleteia logo
home iconStorie
line break icon

Un miracolo piccolo e biondo di nome Laura

LAURA

Gentileza

Dolors Massot - pubblicato il 24/06/20

“Alcuni medici mi consigliavano di abortire”

Sono passati i giorni, e la meningite batterica è entrata in remissione. Il corpo di Carmen si stava riprendendo, e la sua gravidanza andava avanti. “Il giorno in cui ero di 23 settimane e 4 giorni sono entrata in travaglio. Mancavano tre giorni perché la mia bambina fosse legalmente protetta. Se le cose non fossero andate bene, sarebbe stata considerata solo materiale biologico”.

“Grazie a Dio il mio ginecologo lavorava nel Pronto Soccorso di quell’ospedale, e mentre io ero in terapia intensiva mi poteva seguire”, ha proseguito Carmen. “Per lui non è stato facile. Altri medici dell’ospedale consigliavano che abortissi, perché in quelle condizioni il feto avrebbe potuto nascere con molti problemi, e lui e un altro medico hanno dovuto difendere la vita della bambina in più di una riunione”.

“Il ginecologo si è fatto in quattro per me”

In una di quelle riunioni mediche, il ginecologo ha dovuto affrontare seriamente quanti sostenevano l’aborto: “Permettetele di essere madre”. “Si è fatto in quattro per me”, dice Carmen. Con dei farmaci si è poi riusciti a frenare il parto. Per il momento.

L’organizzazione familiare in quei giorni non era facile. “I 6 bambini erano divisi. Il più grande, Javi, che aveva 12 anni, ha subìto bullismo a scuola perché aveva molti fratelli”.

Camen è migliorata, e “alla fine ho potuto tornare a casa. Ero molto debole, ma sono riuscita a andare avanti altre 4 settimane”.

“La portiamo avanti”

Siamo arrivati a 27 settimane e 6 giorni. “Quella notte sono entrata in travaglio, e non c’è stato modo di frenarlo. Ho avuto molta paura che la bambina non ce la facesse”.

Carmen ringrazia ancora una volta che in quel momento una persona l’abbia accompagnata e le abbia detto quello che aveva bisogno di sentirsi dire: “Un pediatra dell’ospedale, che è del Cammino Neocatecumenale, mi ha detto: ‘Tranquilla, la portiamo avanti’”. Laura – Laurita, come la chiamano affettuosamente – stava arrivando.

LAURA
Gentileza

“È arivato il momento del parto e Laura è nata prematura. Ha emesso solo un lamento e poi ha smesso di respirare. È calato il silenzio, e su di lei si sono riversati molti medici e infermieri. La sala parto era piena. Hanno cercato rapidamente di rianimarla e l’hanno portata via. Non sono riuscita neanche a vederla”.

“Non ho potuto vedere la mia bambina”

“Ho trascorso quella notte in lacrime”, ricorda Carmen. “Fino a quel momento non avevo provato dolore, ma in quel momento è sato terribile, era il dolore accumulato nel fatto di non poter vedere la mia bambina”.

“Dopo qualche ora mi hanno portato una foto di Laura, e almeno ho potuto vederla”.

Il giorno dopo Carmen è stata accompagnata in sedia a rotelle alla terapia intensiva neonatale, e ancora una volta il suo ricordo va ai medici: “Mi trattavano con un affetto immenso, con grande umanità”.

LAURA
Gentileza

“Pesava quanto un pacco di riso”

Era il 16 giugno 2017. Contro ogni pronostico, Laura era nata e pesava 1,200 chili. “Pesava quanto un pacco di riso”, commenta il padre.

LAURA
Gentileza

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
Tags:
aleteiabambinagravidanza
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
VENERABLE SANDRA SABATTINI
Gelsomino Del Guercio
Sandra Sabattini beata il 24 ottobre. Lo ha deciso Papa Francesco...
2
MARCELLO BELLETTI
Annalisa Teggi
Un padre, una madre e 7 figli. Non è follia ma sovrabbondanza
3
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
4
medjugorje
Gelsomino Del Guercio
Cosa sono i “segreti” di Medjugorje? Che messaggi nascondono?
5
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
6
POPE JOHN PAUL II
Paola Belletti
Wojtyla affrontò il problema della frigidità sessuale femminile
7
ANGELICA ABATE
Annalisa Teggi
Quando il miracolo non è la guarigione ma una voce innamorata del...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni