Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Gennaio |
Sant'Agnese
home iconSpiritualità
line break icon

L'ultima sofferenza di Santa Teresina: il diavolo e la paralisi totale

© Office Central de Lisieux

Santa Teresa di Lisieux.

don Marcello Stanzione - pubblicato il 19/06/20

Sentiva su di sè "una mano di ferro", due giorni prima di morire. "E' stato l'assalto finale del demonio", ripeteva Santa Teresa di Lisieux alle sue consorelle

L’angelo custode fece ogni sorta di favore a santa Teresina di Lisieux (1873 Alencon, Fracia – 1897 Lisieux, Francia) e lei contava sempre su di lui per qualsiasi aiuto. Ma la mistica carmelitana ebbe anche un rapporto di grande sofferenza con gli angeli cattivi o diavoli.

La strana malattia

Nella sua vita, come in quella di tutti i santi, il diavolo, con il permesso di Dio, cercò di porre ostacoli lungo il cammino verso la santità. Lei stessa considerò come opera del demonio la misteriosa malattia che la colpì all’età di nove anni.

Allo stesso modo considerò come una tentazione diabolica l’angoscia che provò alla vigilia della sua professione religiosa, al punto da dover chiedere lumi sia alla maestra delle novizie che alla madre priora.

SAINT THERESE
Wikipedia PD

St. Thérèse of Lisieux in 1886, age 13.

Il dolore al costato

Sua sorella Celina, in religione suor Genoveffa, testimoniò:

«Una mattina, al risveglio, la incontrai angosciatissima; sembrava impegnata in una lotta violenta e penosa. Mi disse: ‘Questa notte è accaduto qualcosa di misterioso: Dio mi ha chiesto di soffrire per voi e io ho accettato; immediatamente le mie sofferenze si sono raddoppiate. Tu sai che mi fa male in particolare il costato destro; bene: di botto ha cominciato a dolermi anche il costato sinistro e con una intensità quasi intollerabile. Allora ho percepito l’azione tangibile del demonio, che non vuole che io soffra per voi. Mi ha stretta come con una mano di ferro, impedendomi di prendere il benché minimo sollievo e portandomi alla disperazione. Soffro per voi e il demonio non vuole!’».

«Vivamente impressionata– prosegue suor Genoveffa – accesi un cero benedetto e, poco a poco, il demonio si allontanò per non fare più ritorno. Non potrei mai esprimere quello che provai ascoltando quelle parole; la malata era pallida e come trasfigurata dalla sofferenza e dall’angoscia; ebbi la sensazione che fossimo entrambe avvolte dal soprannaturale».

© Office Central de Lisieux

Due giorni prima della morte

Un’altra religiosa a lei vicina, Suor Maria del Sacro Cuore, ci racconta:

«Due giorni prima della sua morte ci chiese dell’acqua benedetta dicendo: ‘Quanto soffro! Non riesco a fare il minimo movimento; mi sembra di essere schiacciata da una mano di ferro. Pregate per me! Credo che sia il demonio che acuisce il mio dolore per portarmi alla disperazione. Non soffro per me, è per qualcun altro e lui non vuole’”. Diceva: “Oh, se si sapesse quanto bisogna pregare per coloro che agonizzano! Credo che il demonio abbia chiesto a Dio il permesso di tentarmi con una sofferenza estrema, affinché vengano meno la mia pazienza e la mia fede”».

Dopo queste sofferenze, così atroci, Santa Teresina spirò il 30 settembre 1897.


SAINTE THERESE DE LISIEUX

Leggi anche:
Santa Teresina a 9 anni strinse un patto con gli angeli




Leggi anche:
Come affrontare le distrazioni durante la preghiera secondo Santa Teresa di Lisieux




Leggi anche:
La poesia che Teresa di Lisieux scrisse quando capì che stava per morire


COMP,RELATIONSHIP,ST THERESE OF LISEIUX

Leggi anche:
Vuoi affrontare una persona antipatica? Ascolta santa Teresa di Lisieux




Leggi anche:
Così Santa Teresa di Lisieux scacciò il diavolo dalla sua vita

Tags:
diavolosanta teresa di lisieuxtentazioni
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
LEANDRO LOREDO
Esteban Pittaro
Morire con un sorriso, seminando santità anche in ospedale
3
PIENIĄDZE ZA MSZĘ
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Stipendio dei preti, quanto guadagnano? Quei ...
4
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
DIAKON
Arcidiocesi di San Paolo
Perché un pezzo di Ostia consacrata viene collocato nel calice?
7
Gelsomino Del Guercio
Il viaggio nell’Aldilà di Gloria Polo: Gesù mi ha mostrato il “Li...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni