Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 21 Settembre |
Santi Andrea Kim, Paolo Ghong e 101 compagni
home iconStile di vita
line break icon

Le ferite dei miei genitori

SAD

Eldar Nurkovic | Shutterstock

Luz Ivonne Ream - pubblicato il 27/05/20

Come capire e accettare le ferite dei miei genitori? Come capire che mi hanno dato solo quello che avevano da dare?

Avevo davanti a me un uomo corpulento, pieno di tatuaggi e piercing, con un atteggiamento un po’ aggressivo e altezzoso che desiderava credere nel potere dell’amore e del perdono, ma c’era qualcosa che glielo impediva.

“Juan, perché sei arrabbiato con Dio?”

In quel momento e di fronte a quella domanda, Juan si è trasformato in un bambino. Vulnerabile e indifeso, ha iniziato a piangere. Un pianto che lacerava l’anima. Tra i singhiozzi mi ha raccontato la sua storia.

“Come posso credere in Dio con tutto il male che mi ha fatto mio padre? Dov’era Dio quando mio padre mi obbligava a fare a botte con altri bambini con l’unico scopo di divertire adulti intossicati dall’alcool? Dov’era Dio quando mio padre mi picchiava fino farmi sanguinare e per quanto io lo supplicassi di smettere mi colpiva con più forza? Dov’era Dio quando mio padre feriva mia madre e io non potevo fare niente? Dov’era Dio quando mia madre ci ha abbandonati? Dov’era Dio quando lo pregavo chiedendogli un miracolo e l’unica cosa che ho ricevuto sono stati altri maltrattamenti?”

Mentre ascoltavo le sue parole mi è risultato impossibile non piangere insieme a lui. Ho sentito il suo dolore così mio!

Ho respirato a fondo, e con voce dolce ho permesso al mio cuore di parlare al suo.

“Sai dov’era Dio? Piangeva accanto a te. Era proprio lì, accanto a te, gemendo per le ingiustizie che i tuoi genitori, che ha scelto con tanto amore per te – la luce dei suoi occhi –, stavano commettendo nei tuoi confronti. Soffriva con te, sentiva il tuo dolore, perché quegli adulti – che si supponeva dovessero amarti e proteggerti in modo incondizionato – ti stavano danneggiando, e molto. Juan, la prima cosa che ha fatto Dio è stata amarti. Mentre ti creava ti amava. Continua a credere in te e continuerà ad aspettare che tu sia pronto per Lui”.

Juan non si aspettava questa risposta. Il suo volto si è trasformato, e ho visto chiaramente in lui un’espressione rilassata, che mostrava di volerne sapere di più.

Dopo un po’ mi ha detto: “Credo in Dio, e credo nel suo potere di guarirmi. Non voglio ripetere questa storia con i miei figli. Cosa posso fare?”

Penso di non sbagliare se dico che abbiamo tutti un Juan dentro di noi. In scala maggiore o minore, abbiamo subìto le conseguenze delle ferite dei nostri genitori. Ma la questione non finisce qui.

L’aspetto più triste e pericoloso è che se non ce ne rendiamo conto per tempo, i nostri figli saranno una conseguenza delle nostre ferite. E così generazione dopo generazione, finché ci sarà una persona abbastanza coscienziosa e coraggiosa da dire, come Juan, “Basta!”

  • 1
  • 2
Tags:
educazione

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
PAURA FOBIA
Cecilia Pigg
La breve preghiera che può cambiare una giornata stressante
6
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
7
Padre Ignacio María Doñoro de los Ríos
Francisco Vêneto
Il cappellano militare che si è finto malvivente per salvare un b...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni