Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Come Santa Rita salvò miracolosamente una bambina dalla peste

SAINT RITA OF CASCIA
Condividi

Quando molte città italiane erano afflitte da una malattia contagiosa, una bambina ricorse all’intercessione della santa

Santa Rita da Cascia è nota da molti come patrona delle cause impossibili, visti gli innumerevoli miracoli attribuiti alla sua intercessione. Un esempio riguarda un episodio verificatosi in Italia nel XVII secolo, quando la peste devastò molte città.

Secondo un libro degli inizi del XX secolo intitolato Vita di Santa Rita da Cascia, nel 1656 una bambina devota a Santa Rita contrasse la malattia e venne quasi seppellita insieme ai suoi familiari.

“Una notte, mentre stava dormendo con le due zie, queste vennero entrambe colpite inaspettatamente dalla pestilenza, e morirono quella stessa notte mentre dormivano. Quando si svegliò, la bambina era così terrorizzata da quanto era accaduto che svenne in modo talmente profondo che si pensò fosse morta anche lei, e venne messa insieme ai due cadaveri su un carretto e portata al cimitero di San Paolo, predisposto per quanto morivano per quella malattia”.

Quando raggiunsero il cimitero, però, la bambina si svegliò e non contrasse mai la malattia, pur essendovi stata esposta in modo diretto.

“Quando stavano rimuovendo i cadaveri dal carretto si vide che era viva e cosciente, e venne riportata a casa tra lo stupore e la gioia di tutti i presenti. Quando, a casa, le venne chiesto come potesse essere viva rispose: ‘Non lo so, so solo che quando mi sono svegliata e ho visto che ero stesa tra due cadaveri ho detto ‘Beata Rita, aiutami”. Chiediamoci come sia possibile che una persona così piccola, dopo essere stata tanto a lungo tra due persone appena morte per la peste, sia sfuggita al contagio senza il favore speciale del cielo, o di quella santa che era stata una protettrice speciale della sua fedele devota. Quanto è davvero ammirevole Dio nei Suoi santi!”

Non è stato l’unico episodio in cui Santa Rita è riuscita a intercedere per chi era malato e vicino alla morte. Se a chi prega Santa Rita non sono sempre garantiti miracoli, si compie costantemente la volontà di Dio, anche se non è la risposta che stavamo aspettando.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni