Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 18 Maggio |
San Leonardo Murialdo
home iconFor Her
line break icon

E se quest’epidemia fosse l’inizio di un risveglio?

Ramil Gibadullin | Shutterstock

Alessandro Benigni - pubblicato il 10/03/20

Io e il mio babbo abbiamo fatto una passeggiata in una strada deserta recitando il Rosario. Sto assaporando cose che non ricordavo più e che ho sempre avuto qui, vicino a me, a portata di mano.

E comunque stamattina, nella mia unica ora buca, io e il mio intrepido babbo (84 anni suonati) abbiamo fatto una passeggiata in una strada deserta, solo ogni tanto attraversata da qualche indefesso corridore, recitando il Rosario. Il nonno Benigni avanzava con la Corona in mano, orgoglioso come poche volte l’ho visto in vita mia. Io lo seguivo, un po’ più sulle mie, ma consapevole del fatto che sono proprio i suoi passi che devo ri-calcare. Così come mio figlio – che Dio m’aiuti – avrà i mei davanti a sé.


LITTLE GIRL, LONG HAIR,

Leggi anche:
Non è che tu e mamma morite per il Coronavirus e noi dobbiamo andare in orfanotrofio?

Questa epidemia ha diviso molte persone, ha allontanato, ha creato guai, ha rinchiuso in sé molti uomini e molte donne, ciascuno nella propria solitudine, a fare i conti con le proprie ferite, antiche o recenti che siano. Per altri è stata l’occasione di una profonda riflessione, come dire: l’inizio di un risveglio. Ecco: spero di essere nel secondo gruppo. Sto assaporando cose che manco ricordavo più e che ho sampre avuto qui, vicino a me, a portata di mano. Come sono stato idiota. Pazienza, questa è l’occasione per provare ad essere migliore. 🙂
Ah. Il nonno sa tutte le Litanie a memoria, e si muove agevolmente tra il latino e l’italiano. Guarda e impara, nipote!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA ALESSANDRO BENIGNI

Tags:
coronavirussanto rosariosenso della vita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Pildorasdefe.net
Tentazioni tipiche del diavolo per distruggere i matrimoni
4
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
5
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
6
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni