Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 28 Febbraio |
Sant'Auguste Chapdelaine
home iconFor Her
line break icon

E se quest’epidemia fosse l’inizio di un risveglio?

Ramil Gibadullin | Shutterstock

Alessandro Benigni - pubblicato il 10/03/20

Io e il mio babbo abbiamo fatto una passeggiata in una strada deserta recitando il Rosario. Sto assaporando cose che non ricordavo più e che ho sempre avuto qui, vicino a me, a portata di mano.

E comunque stamattina, nella mia unica ora buca, io e il mio intrepido babbo (84 anni suonati) abbiamo fatto una passeggiata in una strada deserta, solo ogni tanto attraversata da qualche indefesso corridore, recitando il Rosario. Il nonno Benigni avanzava con la Corona in mano, orgoglioso come poche volte l’ho visto in vita mia. Io lo seguivo, un po’ più sulle mie, ma consapevole del fatto che sono proprio i suoi passi che devo ri-calcare. Così come mio figlio – che Dio m’aiuti – avrà i mei davanti a sé.


LITTLE GIRL, LONG HAIR,

Leggi anche:
Non è che tu e mamma morite per il Coronavirus e noi dobbiamo andare in orfanotrofio?

Questa epidemia ha diviso molte persone, ha allontanato, ha creato guai, ha rinchiuso in sé molti uomini e molte donne, ciascuno nella propria solitudine, a fare i conti con le proprie ferite, antiche o recenti che siano. Per altri è stata l’occasione di una profonda riflessione, come dire: l’inizio di un risveglio. Ecco: spero di essere nel secondo gruppo. Sto assaporando cose che manco ricordavo più e che ho sampre avuto qui, vicino a me, a portata di mano. Come sono stato idiota. Pazienza, questa è l’occasione per provare ad essere migliore. 🙂
Ah. Il nonno sa tutte le Litanie a memoria, e si muove agevolmente tra il latino e l’italiano. Guarda e impara, nipote!

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO DA ALESSANDRO BENIGNI

Tags:
coronavirussanto rosariosenso della vita
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE EASTER
Gelsomino Del Guercio
Papa Francesco: “Non dovete mai convincere un non credente”
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
4
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
5
Paola Belletti
Aiutiamo Debora Vezzani? Tutta la famiglia con il Covid, lei la p...
6
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
7
Gelsomino Del Guercio
Congo, Attanasio salvò dal Covid suor Annalisa. “Devo a lui la mi...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni