Ricevi Aleteia tutti i giorni
Iscriviti alla newsletter di Aleteia, il meglio dei nostri articoli gratis ogni giorno
Iscriviti!
Aleteia

Umore nero e affaticamento? Provate queste piante!

Les plantes anti dépirme
©Inga Zvaigzne/Pixabay
Condividi

Ecco le piante che possono aiutarvi a ritrovare una buona energia e maggiore serenità

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

Se la prescrizione medica resta imprescindibile per curare le depressioni severe, è discutibile che essa sia necessaria per gli stati di malinconia o di depressione leggera. In tal caso, si può pensare ad altri approcci non chimico/sintetici: sono sempre di più gli studi scientifici e le pubblicazioni che insistono sul difetto d’efficacia degli antidepressivi sui pazienti malinconici o affetti da depressione leggera (e anzi gli stessi studi rilevano in codesti trattamenti numerosi effetti collaterali). Una fitoterapia moderna, invece, ossia quella che si fonda sulla conoscenza accurata dei differenti principî attivi delle piante, può offrire soluzioni naturali.

Fu questa l’intuizione di santa Ildegarda, prima naturopata della storia. Questa religiosa benedettina del XII secolo, proclamata Dottore della Chiesa, ha redatto opere celebri di medicina e di botanica, accanto ai suoi insegnamenti di alta qualità spirituale. Per lei, tutti noi abbiamo quel che assomiglia a un sistema di conservazione del buon umore, un armadietto farmaceutico naturale che può aver bisogno di una spintarella da parte di alcune piante regolatrici del benessere mentale.

Importante: prima di avviare un trattamento di fitoterapia, è importante consultare un medico formato sull’argomento. Il presente articolo è illustrativo e informativo, non può sostituire il parere dello specialista e la sua visita.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni